Yahoo! si difende dall’accusa di aver fatto spiare le email dei suoi utenti

Yahoo! si è difeso dalle recenti accuse di aver segretamente fatto spiare le email dei suoi utenti e di aver progettato l’anno scorso un software che permette di cercare dei dati specifici su richiesta dei servizi di sicurezza statunitensi, in una qualsiasi lettera degli utilizzatori della sua posta.

Il gruppo statunitense ha detto mercoledì che le accuse sono “fuorvianti” e che la scansione delle e-mail descritta nell’articolo di Reuters non esiste nei loro sistemi.

In una prima reazione martedì, il gruppo si era limitato a dire che la sua società società rispetta la legge e rispetta le leggi degli Stati Uniti.

L’accusa contro Yahoo! era giunta da due ex dipendenti della società che avevano detto a Reuters che “Yahoo aveva scritto e segretamente messo in funzione l’anno scorso un meccanismo informatico per spiare le email dei suoi clienti su richiesta dei servizi segreti statunitensi”.

Secondo questi due ex dipendenti, Yahoo avrebbe spiato diversi account di posta su ordine della National Security Agency (NSA), specializzata nel monitoraggio delle telecomunicazioni, o dell’FBI (polizia federale statunitense).

News Tecnologia

Auto: dal 15 novembre pneumatici da neve

Il freddo inizia farsi sentire e dal 15 novembre, una data ormai nota a tutti gli automobilisti, nei tratti autostradali maggiormente soggetti al rischio di precipitazioni nevose, entra in vigore l’obbligo di montare pneumatici da neve o avere le catene a bordo, insomma, se fossimo in Games of Thrones sarebbe un fatto: “winter is coming”. […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute Tecnologia

Il diabete giovanile ama la tecnologia

I ragazzi in classe lo hanno imparato da tempo: il suono della campanella coincide anche con la consegna dei dispositivi elettronici. Gli unici device ammessi sono quelli dei ragazzi con diabete mellito di tipo 1 che devono tenere sul banco per verificare se ci sono variazioni significative nei livelli di glicemia. Un numero considerevole visto […]

Leggi tutto
News Tecnologia

Auto usata: il 66% di chi compra teme le truffe

Il 66% di chi compra un nuovo veicolo si preoccupa dell’affidabilità del venditore, gli italiani (87%) sono i più attenti a questo aspetto, seguono i tedeschi (77%), gli australiani (73%) e i canadesi (72%). I dati fanno parte dei risultati dell’ultima analisi di automobile.it, sito di annunci di auto usate, nuove, Km 0 che ha […]

Leggi tutto