Una pillola potrà curare l’asma

Una pillola può aiutare gli asmatici meglio che con l’utilizzo dei corticosteroidi.

La pillola sperimentale Fevipiprant potrebbe essere più efficace dei farmaci attualmente usati contro per l’asma, perché riduce l’infiammazione e ripara il rivestimento del tratto respiratorio, secondo un nuovo studio medico fatto da alcuni scienziati inglesi.

La ricerca pubblicata ‘Lancet Respiratory Medicine’ spiega che la pillola può aiutare a fermare gli attacchi di asma, riducendo i ricoveri ospedalieri e migliorando i sintomi nei pazienti.

Lo studio fatto su 61 pazienti che hanno assunto 225 mg del farmaco due volte al giorno per 12 settimane ha trovato che il prodotto ha ridotto dal 5,4% a all’1.1 per cento l’infiammazione delle vie aeree.

Il nuovo farmaco è prodotto dalla Novartis ed è attualmente in studio di fase tre.

L’ASMA

L’asma è una malattia respiratoria caratterizzata da infiammazione cronica delle vie respiratorie.

L’organizzazione mondiale della sanità stima che 235 milioni di persone soffrono di questo male.

Lifestyle News

Neonati: documento intersocietario sull’Alimentazione complementare

Quando avviare lo svezzamento? È possibile far provare qualsiasi alimento ai bambini che iniziano l’alimentazione complementare? Alimentazione complementare e autosvezzamento sono la stessa cosa? A queste e a molte altre domande risponde il Documento intersocietario sull’Alimentazione complementare promosso dalla Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale (SIPPS) in collaborazione con la Federazione Italiana Medici Pediatri […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute Tecnologia

Il diabete giovanile ama la tecnologia

I ragazzi in classe lo hanno imparato da tempo: il suono della campanella coincide anche con la consegna dei dispositivi elettronici. Gli unici device ammessi sono quelli dei ragazzi con diabete mellito di tipo 1 che devono tenere sul banco per verificare se ci sono variazioni significative nei livelli di glicemia. Un numero considerevole visto […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Fratture: il trattamento chirurgico è privilegiato

“L’indicazione alla chirurgia nel trattamento delle fratture all’avambraccio nei bambini (che sono in assoluto le più frequenti dell’arto superiore) è aumentata negli ultimi anni del 20%. Intervenire chirurgicamente assicura, infatti, migliori risultati rispetto al trattamento conservativo in gesso, che mantiene comunque un ruolo da protagonista, e soprattutto garantisce un periodo di malattia più breve e […]

Leggi tutto