Una nuova molecola per proteggere la pelle dal sole

I ricercatori dell’Università di Bath, nel Regno Unito, hanno sviluppato un composto chimico particolarmente efficace per contrastare l’aggressività dei raggi UVA, responsabili del cancro della pelle.

Per lo sviluppo del composto, delle cellule epiteliali umane sono state esposte all’equivalente di 140 minuti di tempo trascorsi sotto il sole in riva al mare.

Nell’esperimento, le cellule non trattate non sono sopravvissute, mentre quelle che avevano ricevuto il trattamento con il prodotto messo a punto dai ricercatori, sono state completamente protette.

In particolare, questa molecola è in grado di proteggere i mitocondri.

I ricercatori sperano che la loro scoperta sarà integrata in tre o quattro anni ai prodotti solari e per la cura della pelle.

Ogni anno, 200.000 nuovi casi di melanoma sono diagnosticati in tutto il mondo. Il 70% dei tumori della pelle è legato all’eccessiva esposizione al sole, soprattutto alle esposizioni intermittenti, intense durante l’infanzia.

I risultati dello studio fatto per la messa a punto della molecola sono stati pubblicati sul “Journal of Investigative Dermatology”.

PER SAPERNE DI PIU’: http://www.jidonline.org/article/S0022-202X(16)31053-3/pdf

Lifestyle News Salute

Le terapie intensive non possono più essere luoghi blindati

Le terapie intensive non possono più essere luoghi blindati, inaccessibili, dove cure, assistenza e dolore sono privi di contatti con il mondo esterno, con gli affetti, con le dinamiche relazionali. La SOCIETA’ ITALIANA DI ANESTESIA, ANALGESIA, RIANIMAZIONE E TERAPIA INTENSIVA-SIAARTI da tempo sta lavorando per avviare una diversa relazione tra operatori, pazienti e famiglie: non […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Covid, Crisanti: i numeri dei contagi non tornano

“Oggi in Italia abbiamo 30-40 decessi al giorno e abbiamo un numero ridicolo di infezioni, evidentemente c’è una discrepanza ingiustificabile perché in tutti gli altri paesi d’Europa e del mondo c’è un rapporto di uno a mille rispetto ai numeri dei casi e dei decessi, quindi dovremmo avere anche noi un numero molto più grande […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

“Droga dello stupro”: è allarme

«I recenti fatti di cronaca legati all’utilizzo di nuovi stupefacenti quali il GHB, la cosiddetta “droga dello stupro”, unitamente all’aumento della violenza e dei femminicidi, fotografano una realtà sempre più difficile da gestire, frutto di frustrazione crescente causata da restrizioni e continui cambiamenti necessari per combattere la pandemia». Ad affermarlo è la dott.ssa Samantha Vitali, […]

Leggi tutto