Hack the Pentagon: trovati 138 problemi sui siti del Ministero della difesa Usa

Il Ministero della difesa degli Stati Uniti ha organizzatato il concorso ‘Hack the Pentagon’ e ha chiesto gli hacker di trovare difetti nei siti Internet dell’amministrazione.

Sono stati trovati 138 problemi nel corso dell’operazione che ha incontrato grande successo poiché quasi 1 500 americani hanno risposto alla chiamata.

Essi hanno lavorato per un mese sui siti Internet pubblici del Ministero, trovando centinaia di punti vulnerabili e identificando 138 cose da sistemare.

Il Segretario di Stato Ashton Carter ha detto che il concorso ha portato benefici. Per prima cosa dal punto di vista economico: passando tramite una società specializzata, l’operazione sarebbe costata più di un milione di dollari, così, invece, il Dipartimento ha versato solo 150.000 dollari, metà dei quali in premi.

L’altro vantaggio è strategico. L’approccio consente di creare legami con i cittadini all’avanguardia nelle tecnologie che vogliono aiutare il loro Paese.

News Notizie

“Guerra economica”: fine della globalizzazione e del regno del dollaro?

A cura di Jeffrey Cleveland, Chief Economist di Payden & Rygel L’invasione russa dell’Ucraina ha scatenato una risposta unitaria da parte dell’Occidente, apparentemente senza precedenti, consistente in una raffica di sanzioni economiche contro Mosca. I commentatori hanno prontamente dichiarato la fine della globalizzazione e del regno del dollaro statunitense come valuta di riserva. La Storia […]

Leggi tutto
News Notizie

La transizione energetica ha in sé i concetti di crescita e trasformazione

A cura di Xavier Chollet, Senior Investment Manager e gestore del fondo Pictet-Clean Energy di Pictet Asset Management La transizione energetica ha in sé i concetti di crescita e trasformazione, in un contesto in cui governi, aziende e singoli individui diventano gli artefici del mondo che verrà Quando si parla di transizione energetica va sottolineato […]

Leggi tutto
News Tecnologia

Solo lo 0,33% dei comuni utilizza gli assistenti virtuali nei propri siti informativi

Promuovere lo sviluppo delle realtà del territorio attraverso un’analisi dei comuni italiani con l’obiettivo di incoraggiare l’utilizzo dell’intelligenza artificiale all’interno delle istituzioni pubbliche: queste sono le parole che maggiormente mettono in risalto il 1° Osservatorio dedicato all’applicazione dell’intelligenza artificiale nel mondo delle Pubbliche Amministrazioni. Il documento in questione, che sarà aggiornato annualmente, è frutto della […]

Leggi tutto