Ritorna il Festival dei Filosofi lungo l’Oglio

La gratuità è il tema per il festival ‘Filosofi lungo l’Oglio 2016’ che avrà luogo dal 5 giugno al 17 luglio, lungo le sponde del fiume Oglio.

Ci saranno ventitré lezioni magistrali in 42 giorni, 22 pensatori e ospiti di 18 località. Sono numeri da record per l’undicesima edizione del festival che animerà l’estate rivierasca lungo le rive del fiume Oglio, tra Bassa Bresciana e Franciacorta.

«Una nuova meta cui guardare speranzosi, dopo l’alto indice di gradimento riscontrato nella scorsa edizione, che ha fatto registrare 19.000 presenze, a cui si aggiunge la partecipazione concreta di istituzioni che hanno saputo fare squadra in nome della promozione e del radicamento della cultura sul territorio» – ha commentato il Direttore Scientifico Francesca Nodari.

Parola chiave, scelta all’unanimità dal Comitato Scientifico, è la ‘gratuità’. per un tema che verrà analizzato nei suoi molteplici significati: sociologico, politico, fenomenologico, ermeneutico-esistenziale, morale, estetico, antropologico, teologico.

I relatori che parteciperanno all’undicesima edizione del festival saranno, come di consueto, di elevata caratura. Dalla Francia torneranno il filosofo Jean-Luc Nancy – definito da Jacques Derrida «il più grande pensatore sul tatto di tutti i tempi» e l’antropologo Marc Augé, esploratore dei “nonluoghi”, vincitore dell’ultima edizione del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente con il testo Le Nuove paure? Che cosa temiamo oggi?. Dalla Spagna arriverà il filosofo Carlos Diaz, uno dei maggiori studiosi del personalismo. Aprirà il festival il sociologo Domenico De Masi e si susseguiranno le lezioni magistrali di grandi pensatori italiani, quali Massimo Cacciari, Michela Marzano, Armando Savignano, Francesca Rigotti, Massimo Donà, Remo Bodei, Salvatore Natoli, Marco Vannini, Umberto Curi, Maria Rita Parsi, psicoterapeuta e scrittrice nonché membro del Comitato ONU per i Diritti del Fanciullo, Il Priore della Comunità monastica di Bose Enzo Bianchi, la sociologa Chiara Saraceno, lo scienziato Edoardo Boncinelli, il criminologo Alessandro Meluzzi, il magistrato e giudice anti mafia Gian Carlo Caselli, l’economista Stefano Zamagni, il cardinale Francesco Coccopalmerio e la professoressa Francesca Nodari.

Accanto ai comuni e agli enti già teatro delle precedenti edizioni Brescia, Barbariga, Corzano, Erbusco, Flero,Orzinuovi, Orzivecchi,Rovato, Palazzolo sull’Oglio, Soncino, Villachiara, Chiari, Castel Mella, Lograto, Cologne, Roccafranca, Paratico, si aggiunge quest’anno il Comune di Maclodio. Partendo dalla Bassa bresciana e toccando le località rivierasche e, o attigue al fiume Oglio, per poi giungere alle estremità dei Parchi Oglio Nord e Sud e ampliare il proprio orizzonte in Franciacorta, il Festival farà una doppia tappa nella città di Brescia e nelle città di Orzinuovi, Rovato e Palazzolo sull’Oglio.

Tutti gli incontri, a ingresso gratuito sono fissati alle 21.15, tranne la lectio magistralis del Priore di Bose, che avrà luogo alle ore 20.30.

Credits: Karina Mendoza
Cultura e Società News Scienza

Al Food&Science Festival un’installazione interattiva e multimediale per mettere in connessione piante, umani e altri viventi

Un’installazione immersiva, interattiva e multimediale per promuovere maggior consapevolezza sui concetti di energia, connessione, responsabilità individuale e collettiva. LUMEN. Flussi di energia tra piante, umani e altri viventi, è l’installazione sulla fotosintesi con cui il Food&Science Festival – l’evento di divulgazione scientifica promosso da Confagricoltura Mantova, ideato da FRAME – Divagazioni scientifiche e organizzato da […]

Leggi tutto
Cultura e Società Intrattenimento News

Castelfidardo (Ancona), al via il Premio Internazionale della Fisarmonica

Cinque giorni di concerti, audizioni, presentazioni, mostre, premiazioni e seminari. La 47°edizione del Premio Internazionale della Fisarmonica di Castelfidardo è ai nastri di partenza. Da mercoledì 28 settembre a domenica 2 ottobre la città marchigiana si prepara ad accogliere oltre 80 eventi e più di 200 concorrenti da tutto il mondo, nell’ambito di una kermesse […]

Leggi tutto
Cultura e Società News

Astensionismo. Perché la gente non è andata a votare?

In queste elezioni politiche più che mai ha vinto il partito dell’astensionismo. Un dato a livello nazionale che non aveva mai registrato un picco così alto. Il risultato definitivo dell’affluenza è stato infatti del 63,91%, con un calo di oltre nove punti rispetto alle precedenti votazioni del 2018. Disaffezione, delusione, difficoltà a raggiungere il seggio […]

Leggi tutto