Dagli Stati Uniti la prima crociera per Cuba

Una nave da crociera è partita  domenica dagli Stati Uniti, diretta verso Cuba, dopo più di mezzo secolo. La nave Adonia, della Fathom, una controllata del gruppo americano Carnival, è partita da Miami, alle 16, ora locale, con 704 passeggeri a bordo.

Il viaggio tra le due sponde dello stretto della Florida, fino a L’Avana, è di 144 chilometri, con tappa a Cienfuegos e Santiago de Cuba.

Nella nave, oltre a sei cittadini cubani, due americani, che hanno potuto fare il viaggio dopo dopo 50 anni.

Poi, le crociere tramite le navi della società Carnival Cruises sarà fatto per l’isola caraibica ogni due settimane. L’azienda vuole realizzare due viaggi simili al  mese, con l’obiettivo di promuovere gli scambi culturali tra Usa e Cuba, dopo il riavvicinamento avviato nel dicembre 2014 tra gli ex nemici.

“Entrare a far parte della storia e fare preparativi per un futuro ancora più positivo per tutti è uno dei più grandi onori che una società può avere”, ha detto l’amministratore delegato di Carnival, Arnold Donald.

News Notizie

Violenza domestica e festività: un nuovo disegno di legge

Nei primi giorni di dicembre, 6 ministre italiane, Elena Bonetti alle Pari Opportunità, Luciana Lamorgese all’Interno, Marta Cartabia alla Giustizia, Mara Carfagna per il Sud, Maria Stella Gelmini agli Affari regionali e alle autonomie ed Erika Stefani alla Disabilità, hanno presentato un disegno di legge per rendere più efficace la lotta alla violenza domestica. Lo […]

Leggi tutto
senzatetto
News Notizie

Piano Freddo per portare soccorso a senza fissa dimora

Con l’inverno e l’irrigidirsi delle temperature scatta il Piano Freddo del Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta – CISOM, per portare soccorso a senza fissa dimora e persone che vivono in condizioni di fragilità. Secondo l’ultima fotografia scattata dall’Istat nel 2014, in Italia sarebbero oltre 50.700 le persone senza fissa dimora, ma è lo […]

Leggi tutto
News Notizie

Italia, missioni militari: il 64 per cento della spesa è destinato alla difesa di fonti fossili

Un rapporto di Greenpeace Italia appena reso pubblico rivela che circa il 64 per cento della spesa italiana per le missioni militari è destinato a operazioni collegate alla difesa di fonti fossili, per un totale di quasi 800 milioni di euro spesi nel solo 2021 e ben 2,4 miliardi di euro negli ultimi quattro anni. […]

Leggi tutto