Uomo di Neanderthal scomparso per eccessivo consumo di carne

Secondo uno studio pubblicato sulla rivista statunitense Plos One, la scomparsa dell’uomo di Neanderthal può essere stata causata da una dieta inadeguata, con un eccessivo consumo di carne.

Questo cugino degli esseri umani moderni è scomparso circa 40’000 anni per ragioni che rimangono poco chiare.

I paleontologi analizzato l’usura dei 52 molari fossilizzati del Neanderthal e dell’homo sapiens del Paleolitico recente, risalenti a 45’000 e a 10.000 anni fa. Hanno rilevato la modalità l’alimentazione dei due antichi uomini e hanno stabilito delle relazioni con le condizioni climatiche del tempo.

I ricercatori hanno determinato che l’uomo di Neanderthal apparentemente si è adattato ai cambiamenti nel suo habitat, alle fluttuazioni nel clima, consumando ciò che era immediatamente disponibile.

Così, ha mangiato, soprattutto quando era nell’ambiente freddo delle steppe, della selvaggina completando la dieta solo quando poteva con verdure, semi e noci.

Invece, “probabilmente i nostri antenati hanno creato strumenti per continuare a procurarsi queste risorse di cibo nel loro ambiente”, ha detto Sireen El Zaatari, dell’Università di Tubinga, in Germania, principale autore della ricerca. Questa strategia di alimentazione avrebbe permesso di sopravvivere all’uomo moderno del Paleolitico recente, in un ambiente climatico sconvolto dall’ultimo periodo di glaciazione, 110 000 – 10 000 anni fa.

L’uomo di Neanderthal è stato in grado di sopravvivere per centinaia di migliaia di anni prima di scomparire. Era in Eurasia prima gli esseri umani moderni arrivassero dall’Africa circa 50.000 anni fa.

Se l’uomo di Neanderthal e gli esseri umani hanno convissuto, sono state queste differenze nella dieta che hanno determinato la scomparsa dell’uomo di Neanderthal e la sopravvivenza dei suoi cugini moderni, hanno detto gli scienziati.

News Scienza

Restano solo 50 anni per salvare conchiglie e coralli dall’acidificazione degli oceani

È possibile immaginare un mondo senza conchiglie e coralli? La risposta è ovviamente no, ma occorre agire in fretta perché il punto di non ritorno è vicino. L’ecosistema marino è in grave pericolo e le prime conseguenze sono già sotto gli occhi di tutti, come dimostra lo sbiancamento della Grande Barriera Corallina in Australia e […]

Leggi tutto
desertificazione, ambiente
News Scienza Tecnologia

L’intelligenza artificiale per tutelare acqua e coltivazioni

La siccità è realtà ed è un problema attuale e globale, che riguarda tutti e che va oltre specifiche zone, superando i confini regionali. In Italia la fotografia è allarmante, con oltre il 20% del territorio nazionale a rischio desertificazione fin dal 2018 e con una situazione ulteriormente complicata dall’assenza di precipitazioni degli ultimi mesi, […]

Leggi tutto
News Scienza Tecnologia

Zanzare: come prevenire la proliferazione domestica e proteggere le abitazioni

L’estate è alle porte e con il caldo sono già arrivate, inevitabilmente, anche le tanto odiate zanzare. Sono sicuramente loro, l’infestante che più di tutti minaccia la nostra serenità in questo periodo e in ogni momento della giornata, complice anche l’aumento che si è registrato negli ultimi anni nel nostro Paese. Presenti in ogni angolo […]

Leggi tutto