Disegnare aiuta a ricordare meglio

Un nuovo studio condotto dall’Università di Waterloo in Canada, ha rivela che il disegno anziché la ripetizione verbale di alcune parole è meglio quando si tratta di ricordare delle informazioni.

Per lo studio, i ricercatori hanno presentato a degli studenti un elenco di semplici parole come “mela” e hanno dato loro 40 secondi per disegnare la parola o per scriverla ripetutamente.

In seguito, agli studenti è stato chiesto di ricordare più parole possibili di un elenco, in 60 secondi.

E’ risultato che i partecipanti erano in grado di ricordare il doppio di parole quando avevano disegnato rispetto a quando avevano scritto.

Nello studio, la qualità dei disegni non faceva alcuna differenza.

Il disegno è, dunque, il modo più efficace per conservare le informazioni, dice la ricerca, i cui risultati sono stati pubblicati sul “Quarterly Journal of Experimental Psychology”.

In fondo, si tratta di consolidare ed esercitare quella che gli esperti chiamano memoria visiva ed eidetica.

Non per niente, molti studenti imparano meglio scarabocchiando i libri, sottolineando, facendo schemi grafici.

Lifestyle News Salute

Terza dose vaccino anti-Covid: “non è necessaria”

Recenti studi condotti dal CDC –Centers for Disease Control and Prevention e dall’ACIP – Advisory Committee on Immunization Practices sono stati analizzati dalla Società Italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie (SIMG) che ne ha tratto un report in cui attesta che le dosi di vaccino (una o due a seconda del vaccino) attualmente […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Variante Delta e percezione del rischio per COVID-19

Con l’aumento dei contagi da variante Delta, gli spostamenti da un paese all’altro per le vacanze, gli assembramenti per eventi sportivi o spettacolari, la frequentazione dei locali e tutto ciò che in questa nuova fase della pandemia da Covid-19 stiamo vivendo, è fin troppo evidente a tutti che il nostro atteggiamento collettivo rispetto al coronavirus […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Anche il cuore “invecchia”

Per chi ancora non lo conosce, il nome di questa malattia spaventa meno di altre: vuoi perché la precisazione alla “struttura” non riconduce a un immediato pericolo, vuoi perché se ne parla ancora poco. Due attenuanti che non devono distrarre dalla gravità delle Malattie Cardiache Strutturali (in inglese SHD, Structural Heart Diseases) che colpiscono oltre […]

Leggi tutto
News IN DIES