I microbi che possono degradare velocemente la plastica

Un team di scienziati giapponesi ha trovato una specie di batteri che mangia il tipo di plastica con cui è fatta la maggior parte delle bottiglie d’acqua monouso.

La scoperta, pubblicata giovedì sulla rivista ‘Science’, potrebbe portare a nuovi metodi per gestire gli oltre 50 milioni di tonnellate di questo particolare tipo di plastica prodotta a livello globale ogni anno.

La plastica delle bottiglie di acqua è chiamata polietilene tereftalato o Pet. Si trova anche negli abiti di poliestere o nelle vaschette del gelato.

Il PET è leggero, incolore e forte, ma anche notoriamente resistente alla “biodegradazione”.

Studi precedenti avevano trovato che alcune specie di funghi possono crescere sul materiale, ma fino ad ora, nessuno aveva trovato i microbi che possono mangiarlo.

Per trovare il batterio mangia-plastica descritto nello studio, il gruppo di ricerca giapponese del Kyoto Institute of Technology e della Keio University ha raccolto 250 campioni di PET contaminati da sedimenti, terra e acque reflue.

Ha scoperto che solo una delle specie di batteri è riuscita a degradare il PET: l’Ideonella sakainesis.

I ricercatori dicono che una comunità di Ideonella sakaiensis potrebbe abbattere un sottile strato di PET in sei settimane, in temperatura costante di 86 gradi Fahrenheit, circa 26 gradi Celsius.

News Scienza

Restano solo 50 anni per salvare conchiglie e coralli dall’acidificazione degli oceani

È possibile immaginare un mondo senza conchiglie e coralli? La risposta è ovviamente no, ma occorre agire in fretta perché il punto di non ritorno è vicino. L’ecosistema marino è in grave pericolo e le prime conseguenze sono già sotto gli occhi di tutti, come dimostra lo sbiancamento della Grande Barriera Corallina in Australia e […]

Leggi tutto
desertificazione, ambiente
News Scienza Tecnologia

L’intelligenza artificiale per tutelare acqua e coltivazioni

La siccità è realtà ed è un problema attuale e globale, che riguarda tutti e che va oltre specifiche zone, superando i confini regionali. In Italia la fotografia è allarmante, con oltre il 20% del territorio nazionale a rischio desertificazione fin dal 2018 e con una situazione ulteriormente complicata dall’assenza di precipitazioni degli ultimi mesi, […]

Leggi tutto
News Scienza Tecnologia

Zanzare: come prevenire la proliferazione domestica e proteggere le abitazioni

L’estate è alle porte e con il caldo sono già arrivate, inevitabilmente, anche le tanto odiate zanzare. Sono sicuramente loro, l’infestante che più di tutti minaccia la nostra serenità in questo periodo e in ogni momento della giornata, complice anche l’aumento che si è registrato negli ultimi anni nel nostro Paese. Presenti in ogni angolo […]

Leggi tutto