Giornata senza Facebook. Ve ne siete ricordati?

Domenica si è svolta la sesta Giornata mondiale senza Facebook. L’evento chiedeva di dimenticare per un giorno i ‘Like’, le pubblicazioni, le nuove emoticon e i news feed.

La giornata aveva lo scopo di incoraggiare le persone a riflettere sulle a loro abitudini riguardo ai social network.

Usiamo i social nel modo giusto? Ci passiamo troppo tempo? Sono diventati un sostituto dei concreti contatti sociali? Si è perso interesse per le attività che prima piacevano? Si ha un senso di vuoto e di inadeguatezza se non ci si può collegare ai social?

Sono tutte domande che ci si deve porre per essere padroni della propria vita, restare connessi alla realtà e stare bene con gli altri e con se stessi, senza cadere nella dipendenza.

Uno studio fatto nell’Università di Sherbrooke (Québec, Canada), ha mostrato che l’1,5% dei ragazzi con meno di 18 anni sono dipendenti da Internet.

E voi vi siete ricordati di astenervi dai social? Se ve ne siete dimenticati, allora vi ricordiamo che il prossimo 4 marzo sarà la Giornata mondiale senza tecnologia.

News Tecnologia

Auto alimentate a combustibili fossili, il 2035 è troppo tardi

Si è tenuto nelle scorse ore in Lussemburgo un atteso Consiglio Ambiente dell’Unione Europea, durante il quale sono state trattate diverse tematiche fondamentali per il futuro ambientale del continente, come la decisione sulla data di stop alla vendita di auto a motore endotermico e l’adozione di una posizione comune sulla normativa per affrontare il contributo […]

Leggi tutto
Lifestyle Moda News Tecnologia

La 4s Platform, il sistema che misura la sostenibilità delle filiere del fashion & luxury

Più di trecento professionisti del sistema moda si sono ritrovati il pomeriggio del 9 giugno a Firenze, nella suggestiva Villa Viviani. Una platea variegata, composta da rappresentanti dei brand (LVMH, Kering, Burberry, Armani, Hugo Boss, Miroglio, Ferragamo, Yamamay, Brunello Cucinelli, Stella McCartney, Dainese, Max Mara, Prada, Valentino, Theory, Thom Browne, Luisa Spagnoli…) ed eccellenze della […]

Leggi tutto
News Tecnologia

Lo stop alle auto a benzina e diesel al 2035 è già tardi

Consiglio Ambiente Ue: Greenpeace Italia non ritiene accettabile la proposta di cinque Paesi europei, inclusa l’Italia, di rinviare al 2040 lo stop alle vendite di auto a motore endotermico approvato dal Parlamento europeo al 2035. «Lo stop alle auto a benzina e diesel al 2035 è già tardi se l’Europa vuole davvero rispettare gli obiettivi […]

Leggi tutto