Perù: 12 bambini morti dopo il morso dei pipistrelli

Dallo scorso settembre, dei pipistrelli rabbiosi hanno causato la morte di 12 bambini in Perù. L’ultima morte risale a mercoledì.

I ragazzi avevano dagli 8 ai 15 anni e sono morti nella regione di Loreto, al confine con l’Ecuador, zona in cui è stata dichiarata l’emergenza sanitaria.

I decessi si sono verificati tra settembre e febbraio. Un bimbo di 9 anni e un ragazzo di 22, nel frattempo, sono stati curati.

La comunità Apus a cui i bambini appartenevano hanno pensato che le morti fossero dovute alla stregoneria.

Il Ministero della Salute del Paese ha inviato delle squadre di soccorso e 20.000 vaccini contro la rabbia per la popolazione che vive in questa zona remota, accessibile solo navigando sui fiumi tra la foresta o in elicottero.

I morsi dei pipistrelli si sono verificati soprattutto nei villaggi di Yankutich e Uncun, 1.100 chilometri a nord della capitale Lima.

Il Ministero della Salute peruviano ha invitato la popolazione a tenersi lontana da grotte e altri luoghi infestati dai pipistrelli.

Questi animali, di solito, non sono pericolosi per l’uomo, ma in casi eccezionali possono essere portatori del Lyssavirus, il virus della rabbia.

La rabbia è una malattia trasmissibile all’uomo da altre specie animali. Se non viene trattata è letale per l’uomo.

I pipistrelli vampiri si nutrono di insetti, ma soprattutto di sangue. Mordono gli animali, compreso il bestiame. Nelle aree in cui il loro habitat è stato distrutto possono prendere di mira anche gli esseri umani.

News Notizie

Centinaia di ragazzi stranieri soli in transito subiscono abusi

Si spostano a piedi, nascosti sotto i camion o sui treni, trasportati in macchina in autostrada dai passeur, attraversano boschi e montagne pericolose come il Passo della morte tra Italia e Francia, spesso di notte, per superare confini blindati, vengono respinti una, due, dieci, venti volte, in modo spesso brutale e illegale, nonostante abbiano meno […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Autistico 1 bambino ogni 70

“Quindici anni fa il rapporto era di 1 bambino autistico su 2.000 bimbi, oggi è di 1 ogni 70. Di certo alla base di questo aumento ci sono state una serie di cause suppletive, come gli effetti dell’inquinamento sulle donne in gravidanza, ma 1 bambino ogni 70 è davvero troppo. È un aumento che i […]

Leggi tutto
Casa Lifestyle News

L’UE mette al bando la plastica monouso dal 3 luglio

Il 3 luglio 2021 entrerà in vigore il divieto dell’uso della plastica monouso in tutta l’UE: presto bicchieri da asporto usa e getta e altri oggetti monouso faranno parte di un ricordo del passato. Le tazze in porcellana To-Go di Villeroy & Boch sono una valida alternativa alla plastica: sono riutilizzabili infinite volte, sono esteticamente […]

Leggi tutto
News IN DIES