La carenza di vitamina D espone a rischi cardiovascolari

La carenza di vitamina D è associata a un maggiore rischio cardiovascolare e di ictus secondo alcuni ricercatori che hanno presentato un loro lavoro alla conferenza annuale dell’American Heart Association, in Florida.

Ad essere a rischio sono le persone che hanno nel sangue meno di 15 nanogrammi per millilitro di vitamina D, secondo la ricerca fatta nell’Intermountain a Salt Lake City (Utah).

Lo studio per giungere a questi risultati ha analizzato i dati medici di oltre 230 000 pazienti seguiti per tre anni.

I ricercatori hanno notato che era più colpito dalla malattia cardiovascolare chi aveva una concentrazione di vitamina D nel sangue inferiore a 15 ng/ml, con un rischio aumentato del 35% di ictus rispetto a chi aveva livelli elevati di vitamina D.

Cultura e Società Lifestyle News Salute Scuola

Malattie cardiovascolari: gli adolescenti ne sottovalutano i rischi

Malattie cardiovascolari: in uno scenario monopolizzato dal Covid, gli adolescenti ne sottovalutano i rischi e diventano più scettici riguardo alla prevenzione. Un aiuto a riportare la giusta attenzione verso queste importanti patologie potrà arrivare dalla legge che prevede l’inserimento del defibrillatore, con relativa formazione anche ai giovani, nelle scuole e nelle società sportive. Quanto, nella […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute Scienza

Eutanasia, nuova Lettera di “Mario” all’Asur e al Min.Speranza

Dopo aver ottenuto il parere favorevole del Comitato Etico sulla presenza dei 4 requisiti per l’accesso al suicidio assistito, Mario, 43 anni, malato tetraplegico marchigiano, nei giorni scorsi tramite i suoi legali dell’Associazione Luca Coscioni ha diffidato nuovamente la Asur (Azienda Sanitaria Unica Regionale) Marche, perché inadempiente in merito all’ordine emesso dal Tribunale di Ancona […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Coronavirus: trovata variante Delta AY.4

Sollievo al Policlinico di Tor Vergata. Trovata variante Delta AY.4 con doppia delezione atipica in paziente con risultato negativo al test molecolare per il gene N La virologa Prof.ssa Ceccherini Silberstein :”C’era il sospetto che fosse di variante SARS-CoV-2 Omicron in quanto nel gene N ci sono tre delezioni atipiche” Un paziente non vaccinato ricoverato […]

Leggi tutto