L’invisibile è diventato visibile col sincrotrone di Grenoble

Il sincrotrone di Grenoble ha risolto un mistero risalente al XVII secolo e ha reso visibile l’invisibile.

Attraverso i raggi x, uno scienziato francese è riuscito a svelare il mistero contenuto in una piccola scatola di metallo del XVII secolo trovata in un sito archeologico di Grenoble e a svelare i suoi segreti.

Trovato negli anni ’80 del Novecento, nella cripta di San Lorenzo a Grenoble, il tesoro, a lungo, è rimasto chiuso, prima di essere analizzato alla fine del 2013.

Il reliquiario passato attraverso il sincrotrone, con una tecnica mille volte più precisa di uno scanner medico, ha aperto, senza danni la scatola ossidata.

La scatola di 4 centimetri di lato conteneva alcune monete 2 perline e 3 medaglie, su cui erano state riprodotte iconografie religiose.

Il sincrotrone è un tipo di acceleratore di particelle circolare e ciclico, in cui il campo magnetico e il campo elettrico variabile sono sincronizzati con il fascio delle particelle stesse.

Anche l’asteroide Halloween aveva la forma di teschio

Un asteroide di grandi dimensioni, grande come quattro campi di calcio, si è avvicinato questo sabato alla terra.

Un fenomeno di questo genere, non visibile a occhio nudo, accade solo ogni 10 anni, secondo gli esperti.

L’asteroide è passato a 490 mila chilometri dalla terra, cioè ad una distanza leggermente più grande di quella che separa la luna dalla terra, secondo la Nasa.

Con un diametro di 400 metri, l’asteroide TB145 2015 è sfrecciato ad una velocità di 126 chilometri all’ora.

Probabilmente si è trattato di una cometa morta che ha perso i suoi materiali volatili dopo i molti passaggi intorno al sole, hanno detto gli esperti della NASA.

Strana coincidenza, l’asteroide aveva la forma di un teschio, con due cavità scure per gli occhi, un foro rotondo per il naso su una forma biancastra a forma di teschio.

“Sembra che si sia travestita da cranio per il suo passaggio vicino a terra per Halloween”, ha detto Kelly Fast, scienziata della NASA.

Gli asteroidi di questa dimensione non passano spesso così vicino alla terra.

Il corpo celeste era stato scoperto il 10 ottobre da un telescopio nelle Hawaii (Stati Uniti).

La dieta povera di grassi non fa dimagrire di più

Le diete povere di grassi non fanno perdere peso, a lungo termine, più delle altre diete, secondo un lavoro di grandi dimensioni che ha analizzato 53 studi scientifici.

Lo studio, pubblicato sulla rivista ‘The Lancet Diabetes & Endocrinology’, ha riguardato quasi 70.000 adulti di diversi paesi.

E’ emerso che le diete a basso contenuto di carboidrati consentono una perdita di peso superiore di quelle povere di grassi, in un anno.

La dieta migliore, counque, è quella che consiste nel mangiare di meno e nel fare più esercizi, secondo gli esperti, che hanno condotto lo studio.

Pin It on Pinterest