Dormire poco indebolisce gli spermatozoi

I problemi di sonno possono ridurre in modo significativo la qualità dello sperma tra i giovani uomini, secondo uno studio, il quale ha trovato che coloro che “lottano” per dormire la notte, hanno gli spermatozoi che sono del 25% inferiori a quelli degli altri e i testicoli più piccoli.

Lo studio è il primo che ha esaminato gli effetti della mancanza di sonno sulla fertilità maschile.

La qualità dello sperma è diminuita progressivamente negli ultimi decenni, un fatto attribuito ad abitudini di vita dannose (come il fumo, la cattiva alimentazione, ma anche l’indossare biancheria intima e pantaloni molto stretti) e all’esposizione prolungata a sostanze chimiche a casa o nei luoghi di lavoro.

Lo studio, tuttavia, condotto presso la University of Southern Denmark, suggerisce che la mancanza di sonno è un fattore che contribuisce a diminuire la fertilità maschile.

Come spiegano i ricercatori nell’American Journal of Epidemiology (AJE), per lo studio, sono stati esaminati quasi 1.000 giovani, che hanno dato dei campioni di sperma e hanno risposto a dei questionari dettagliati sulle loro abitudini e sulla qualità del loro sonno.

E’ emerso che quelli i quali andavano a dormire molto tardi, si svegliavano frequentemente durante la notte o si agitavano per ore a letto prima di addormentarsi, avevano un quarto in meno di spermatozoi rispetto a coloro che avevano un sonno tranquillo.

I test hanno inoltre dimostrato che i testicoli dei volontari con il sonno agitato erano molto più piccoli di quelli degli altri.

Cultura e Società Lifestyle News Salute

La disabilità in età pediatrica

“Un bambino di 10 anni che ha una invalidità al 100% con accompagno riceverà la Disability Card? In sua vece chi potrà usarla, il genitore/tutore? Non lo sappiamo ancora e ci chiediamo se questo strumento riguarderà anche i minori under 18?”. A porre tali interrogativi è Marina Aimati, medico di Medicina Generale della Società Italiana […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Malattia di Crohn e Colite Ulcerosa in aumento in Italia

In questi anni, i dati relativi alla prevalenza di Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali – MICI, la Malattia di Crohn e la Colite ulcerosa, in Italia si sono attestati intorno alle 250mila persone. Tuttavia, da inizio anni 2000, la prevalenza rileva un incremento e una diversa diffusione. Si è sempre trattato di patologie tipiche dell’età giovanile, […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Giornata Disabilità: CBM posa la prima pietra del reparto oculistico Ospedale Mengo

In occasione della Giornata Internazionale delle persone con disabilità che si celebra il 3 dicembre, CBM Italia Onlus riafferma il suo impegno nella prevenzione e cura della cecità e della disabilità evitabile e nell’inclusione delle persone con disabilità in Italia e nei Paesi del Sud del mondo. Uno dei Paesi dove CBM opera da oltre […]

Leggi tutto