Indonesia: l’ATR 42 aveva a bordo 420mila euro per i poveri

L’aereo che si è schiantato domenica in una regione montuosa dell’Indonesia con 54 persone a bordo stava trasportando 6,5 miliardi di rupie in contanti, circa 420.000 euro. Questo denaro doveva essere distribuito ai poveri nella provincia di Papua.

Il denaro si trovava in quattro sacchetti.

L’ATR 42, che era scomparso dagli schermi radar domenica, durante un volo da Jayapura, capitale di Papua, si era schiantato dopo circa una mezz’ora di volo in una zona montuosa.

Il volo doveva durare 45 minuti e l’aereo doveva giungere a Oksibil, una cittadina di montagna raggiungibile solo in aereo.

Lunedì, un aereo che faceva delle ricerche per trovare il velivolo scomparso ha notato dei detriti della carcassa. Gli abitanti del posto, già domenica avevano assicurato di aver scoperto il relitto dell’aereo di linea.

Il cattivo tempo, comunque, ha reso difficile lunedì ai soccorritori il raggiungimento della zona isolata.

Cultura e Società News Notizie

Più soldi alla zootecnia intensiva, non conta il vero benessere animale

Le 14 Associazioni aderenti alla “Coalizione contro le #BugieInEtichetta”* denunciano il blitz estivo con cui i Ministeri delle Politiche Agricole e della Salute porteranno martedì e mercoledì in Conferenza Stato-Regioni il criticatissimo decreto sulla certificazione nazionale volontaria sul benessere animale che tradisce qualunque ispirazione di trasparenza e verità nei confronti dei consumatori e che promuove […]

Leggi tutto
News Notizie Tecnologia

L’Italia è guardata con interesse dagli imprenditori esteri

Secondo i dati dell’ISTAT, nel primo trimestre 2022 è stato registrato un calo delle nuove attività registrate (-8,6%). Ma se gli imprenditori italiani sembrano essere scoraggiati dal contesto economico, tra inflazione, aumenti energetici e problemi nel reperimento di alcune materie prime, c’è chi dall’estero guarda con interesse il nostro paese. Secondo i dati di Semrush, […]

Leggi tutto
News Notizie

Superbonus edilizio 110%: 33mila imprese edili a rischio fallimento

I bonus stanziati dal Governo hanno generato 33mila imprese edili a rischio fallimento. Alberti: «La verità è una sola, i bonus in edilizia “sono finiti”, salviamo il salvabile e torniamo alla normalità pre-incentivi, puntando sulle nostre aziende» Stop al Superbonus edilizio 110%. Il Governo valuta di estendere la cessione del credito ma dice no alla […]

Leggi tutto