L’oro si è rivalutato con la svalutazione dello yuan

L’oro e gli altri metalli preziosi hanno beneficiato la settimana scorsa della svalutazione dello yuan e hanno avuto un rimbalzo.

Il metallo giallo ha raggiunto giovedì il livello più elevato in tre settimane e mezza, giungendo a 1.126,99 dollari l’oncia.

L’oro è salito perché potrebbe essersi incentivata la domanda da parte degli investitori cinesi.

Molti investitori guardano all’oro per proteggersi contro l’inflazione, ma anche contro la debolezza di una valuta.

La Central Bank of China (PBOC) ha cominciato martedì scorso a svalutare la moneta e ha continuato mercoledì e giovedì.

La Cina è il primo consumatore di oro del mondo e precede l’India, in questo contesto.

Anche l’argento è salito mercoledì a 15,62 dollari l’oncia, il suo livello più alto da metà luglio.

Cultura e Società Lifestyle News Notizie Salute

Come ridurre le liste d’attesa e rendere omogeneo il Servizio sanitario

La salute rappresenta l’elemento cardine dell’agenda politica delle elezioni del 25 settembre, quando l’Italia sarà chiamata alle urne per decidere il nuovo Parlamento. Ma dopo due anni e mezzo di pandemia, qual è l’importanza che le forze politiche danno alla nostra sanità? Quali strategie intendono mettere in campo per ridurre le liste d’attesa e rendere […]

Leggi tutto
mare
News Notizie

La crisi climatica è assente nei discorsi dei leader politici italiani

Nonostante la siccità, le ondate di calore e gli incendi che quest’estate hanno funestato l’Italia, la crisi climatica è assente nei discorsi dei leader politici italiani, al punto che viene citata in meno dello 0,5% delle loro dichiarazioni riprese dai principali telegiornali. È il risultato di un monitoraggio sulla campagna elettorale diffuso oggi da Greenpeace […]

Leggi tutto
News Notizie

Uva: un’annata soddisfacente per quantità e qualità

Un’annata soddisfacente per quantità e sorprendente per qualità. Secondo le previsioni vendemmiali dell’Osservatorio Assoenologi, Ismea e Unione italiana vini, presentate oggi al Mipaaf, la siccità e il caldo record di quest’anno non hanno compromesso il vigneto Italia che, all’avvio della campagna vendemmiale, promette uve di qualità dal buono all’ottimo, con una quantità in linea con […]

Leggi tutto