Inquinamento: con un integtore le mucche emettono poco metano

Le mucche contribuiscono per il 44 per cento delle emissioni globali di metano, secondo l’Organizzazione per l’alimentazione e l’agricoltura delle Nazioni Unite (Fao), in un contesto in cui il metano è un gas serra che contribuisce al cambiamento climatico. Grazie ad un integratore alimentare, però, queste emissioni inquinanti del bestiame possono essere ridotte del 30%.

Se, durante la digestione le mucche producono 450-550g di metano al giorno, ora gli scienziati hanno scoperto che una sostanza chiamata 3-nitrooxypropanol (3 – NOP) blocca un enzima necessario per la formazione di metano nel ventre delle mucche senza colpire la loro digestione.

Questo integratore alimentare è stato sviluppato dalla compagnia olandese DSM Nutritional Products.

Prove effettuate per tre mesi nelle stalle della Penn State University (Stati Uniti) con 48 mucche di razza Holstein hanno rivelato che questo inibitore di metano può ridurre le emissioni del 30%.

Questo integratore aumenterebbe anche la massa del corpo delle vacche, rendendo gli animali più produttivi, in relazione alla carne, a causa del carbonio che non viene utilizzato per produrre metano e che il corpo utilizza per produrre più tessuti.

Alexander Hristov, professore di nutrizione della Penn State University ha affermato che la salute del bestiame è garantita con questo prodotto e che la quantità di latte non si riduce.

Gli agricoltori, inoltre, non dovrebbero cambiare il modo di nutrire il loro bestiame.

Cultura e Società News Tecnologia Viaggi

Cagliari: meta turistica italiana preferita del 2022

Dopo due anni di pandemia, la voglia di mettersi in viaggio è più forte che mai. Secondo lo studio dell’Osservatorio Confturismo-Confcommercio, quest’anno gli italiani pronti a partire per le ferie sono stati ben 23 milioni, numero che si avvicina ai dati degli anni pre-pandemia. Circa l’85% del campione ha scelto per le proprie vacanze mete […]

Leggi tutto
Cultura e Società News

“Futurismo 1910-1915. La nascita dell’avanguardia”, nelle sale di Palazzo Zabarella a Padova

“Noi futuristi, Balla e Depero, vogliamo realizzare questa fusione totale per ricostruire l’universo rallegrandolo, cioè ricreandolo integralmente. Daremo scheletro e carne all’invisibile, all’impalpabile, all’imponderabile, all’impercettibile. Troveremo degli equivalenti astratti di tutte le forme e di tutti gli elementi dell’universo, poi li combineremo insieme, secondo i capricci della nostra ispirazione, per formare dei complessi plastici che […]

Leggi tutto
nave
Cultura e Società News

Home Movies, primo concorso sul riuso delle immagini d’archivio

Bring the archive into the world, portare l’archivio nel mondo: è questo il titolo che Archivio Aperto ha scelto per celebrare la sua XV edizione – che si svolgerà dal 20 al 24 ottobre 2022 a Bologna – e il lancio della competizione internazionale, prima in Italia, dedicata al riuso delle immagini d’archivio private nelle […]

Leggi tutto