Marte: Curiosity ha trovato alti livelli di silicio

Curiosity, il robot della NASA su Marte, ha trovato un substrato roccioso con livelli molto elevati di silice, un composto che forma le rocce e contiene silicio e ossigeno e si trova nella terra, di solito, sotto forma di quarzo.

La zona ispezionata è un pendio che il robot ha studiato vicino al Marias Pass, nella parte inferiore del Monte Sharp.

Gli operatori di Curiosity hanno deciso far rotolare il rover indietro di 46 metri dalla zona di contatto geologica per indagare l’obiettivo chiamato “Elk”, con alto contenuto di silice.

La decisione è stata presa dopo l’analisi dei dati forniti da due strumenti a bordo del rover, il ChemCam (Chemistry & Camera) e il DAN (Dynamic Albedo of Neutrons).

Gli alti livelli di silicio potrebbero presentare le condizioni ideali per la conservazione di materiale organico, primitivo, se ne esiste uno.

Fino a quando Curiosity ha cominciato a studiare il sito ad alto contenuto di silice, ha trovato un affioramento di pietra in cui due tipi di roccia si riuniscono in un’area vicina al Marias Pass.

Il robot, quasi al terzo anniversario dal suo atterraggio su Marte, ha raggiunto questa zona dopo essere salito su una pronunciata collina.

News Scienza

Restano solo 50 anni per salvare conchiglie e coralli dall’acidificazione degli oceani

È possibile immaginare un mondo senza conchiglie e coralli? La risposta è ovviamente no, ma occorre agire in fretta perché il punto di non ritorno è vicino. L’ecosistema marino è in grave pericolo e le prime conseguenze sono già sotto gli occhi di tutti, come dimostra lo sbiancamento della Grande Barriera Corallina in Australia e […]

Leggi tutto
desertificazione, ambiente
News Scienza Tecnologia

L’intelligenza artificiale per tutelare acqua e coltivazioni

La siccità è realtà ed è un problema attuale e globale, che riguarda tutti e che va oltre specifiche zone, superando i confini regionali. In Italia la fotografia è allarmante, con oltre il 20% del territorio nazionale a rischio desertificazione fin dal 2018 e con una situazione ulteriormente complicata dall’assenza di precipitazioni degli ultimi mesi, […]

Leggi tutto
News Scienza Tecnologia

Zanzare: come prevenire la proliferazione domestica e proteggere le abitazioni

L’estate è alle porte e con il caldo sono già arrivate, inevitabilmente, anche le tanto odiate zanzare. Sono sicuramente loro, l’infestante che più di tutti minaccia la nostra serenità in questo periodo e in ogni momento della giornata, complice anche l’aumento che si è registrato negli ultimi anni nel nostro Paese. Presenti in ogni angolo […]

Leggi tutto