Lo sport estremo avvelena il sangue, se non si è allenati

Fare sport a livelli estremi, saltuariamente, quando non si è allenati, non giova alla salute. Lo dice uno studio fatto nell’University of Monash, in Australia, pubblicato sull’International Journal of Sports Medicine.

La ricerca, fatta su un gruppo di persone che avevano preso parte a una maratona di 24 ore, ha trovato che le gare estreme di resistenza, se non si è allenati, possono avvelenare il sangue, provocando il rilascio di batteri intestinali.

“I campioni di sangue prelevati prima e dopo gli eventi, comparati con quelli di un gruppo di controllo, hanno dimostrato che l’esercizio fisico per un periodo di tempo prolungato provoca cambiamenti nella parete intestinale. In questo modo i batteri naturalmente presenti nell’intestino, noti come endotossine, vengono dispersi nel sangue. Questo poi innesca una risposta infiammatoria in tutto il corpo con gravi conseguenze per la salute”, ha spiegato Ricardo Costa, autore dello studio.

Se gli atleti ben allenati sviluppano una serie di meccanismi immunitari per contrastare la reazione infiammatoria del corpo, senza effetti collaterali, e sono protetti contro l’avvelenamento del sangue, i partecipanti alla maratona non allenati, dello studio australiano, avevano marcatori del sangue identici ai pazienti ricoverati per avvelenamento.

Cultura e Società Lifestyle News Salute Scuola

Malattie cardiovascolari: gli adolescenti ne sottovalutano i rischi

Malattie cardiovascolari: in uno scenario monopolizzato dal Covid, gli adolescenti ne sottovalutano i rischi e diventano più scettici riguardo alla prevenzione. Un aiuto a riportare la giusta attenzione verso queste importanti patologie potrà arrivare dalla legge che prevede l’inserimento del defibrillatore, con relativa formazione anche ai giovani, nelle scuole e nelle società sportive. Quanto, nella […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute Scienza

Eutanasia, nuova Lettera di “Mario” all’Asur e al Min.Speranza

Dopo aver ottenuto il parere favorevole del Comitato Etico sulla presenza dei 4 requisiti per l’accesso al suicidio assistito, Mario, 43 anni, malato tetraplegico marchigiano, nei giorni scorsi tramite i suoi legali dell’Associazione Luca Coscioni ha diffidato nuovamente la Asur (Azienda Sanitaria Unica Regionale) Marche, perché inadempiente in merito all’ordine emesso dal Tribunale di Ancona […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Coronavirus: trovata variante Delta AY.4

Sollievo al Policlinico di Tor Vergata. Trovata variante Delta AY.4 con doppia delezione atipica in paziente con risultato negativo al test molecolare per il gene N La virologa Prof.ssa Ceccherini Silberstein :”C’era il sospetto che fosse di variante SARS-CoV-2 Omicron in quanto nel gene N ci sono tre delezioni atipiche” Un paziente non vaccinato ricoverato […]

Leggi tutto