Bambini con incubi e terrori notturni possono sviluppare la psicosi adulta

Gli incubi persistenti nei bambini potrebbero essere un indicatore potenziale di rischio di sviluppo di esperienze psicotiche, secondo un nuovo studio, apparso sul ‘British Journal of Psychiatry’.

I ricercatori dell’Università di Warwick hanno utilizzato un campione di 4.060 individui di cui hanno analizzato, tramite i rapporti parentali, se da bambini essi avessero avuto incubi regolari, fra i due e nove anni.

Hanno poi sentito gli individui per valutare le esperienze all’età di 12 anni in relazione agli incubi, ai terrori notturni, al sonnambulismo. Hanno infine analizzato le esperienze psicotiche a 18 anni.

Il 24,9 per cento dei bambini che all’età di 12 anni aveva segnalato gli incubi, nei sei mesi precedenti, a 18 anni, nel 7,9 per cento dei casi, aveva avvertito dei sintomi psicotici.

Lifestyle News Salute

Autistico 1 bambino ogni 70

“Quindici anni fa il rapporto era di 1 bambino autistico su 2.000 bimbi, oggi è di 1 ogni 70. Di certo alla base di questo aumento ci sono state una serie di cause suppletive, come gli effetti dell’inquinamento sulle donne in gravidanza, ma 1 bambino ogni 70 è davvero troppo. È un aumento che i […]

Leggi tutto
Casa Lifestyle News

L’UE mette al bando la plastica monouso dal 3 luglio

Il 3 luglio 2021 entrerà in vigore il divieto dell’uso della plastica monouso in tutta l’UE: presto bicchieri da asporto usa e getta e altri oggetti monouso faranno parte di un ricordo del passato. Le tazze in porcellana To-Go di Villeroy & Boch sono una valida alternativa alla plastica: sono riutilizzabili infinite volte, sono esteticamente […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Gli anziani continuano a pagare il prezzo più alto in termini di salute

L’URGENZA POST-COVID: LA GESTIONE DELLE MALATTIE CRONICHE NELL’ANZIANO. I VACCINI PER GLI OVER 65 – La vaccinazione della popolazione italiana contro il Covid-19 prosegue con numeri significativi. Tuttavia, si sta presentando il conto della trascuratezza avvertita da molti pazienti, soprattutto anziani, nei programmi di prevenzione e cura delle malattie croniche. “Urge ripartire con i percorsi […]

Leggi tutto
News IN DIES