Ibernata in Arizona bambina thailandese di due anni

E’ una storia d’amore e di disperazione quella che riguarda la bambina thailandese di due anni, morta per un tumore cerebrale.

La piccola è stata ibernata nella speranza che un giorno potrà essere rianimata e vivere grazie ai progressi della scienza.

A Matheryn Naovaratpong, era stata diagnosticata con una forma aggressiva di cancro, lo scorso aprile, dopo che non era riuscita a svegliarsi una mattina.

Dopo il ricovero in un ospedale di Bangkok, gli esami avevano rilevato un tumore nel lato sinistro del suo cervello.

I medici avevano diagnosticato alla piccola un ependiloblastoma, una forma rara di cancro al cervello che colpisce i più piccoli.

La malattia ha un tasso di sopravvivenza a cinque anni del 30 per cento. Matheryn, inoltre era anche andata in coma.

Dopo mesi di trattamento intensivo, con 12 interventi di chirurgia cerebrale, 20 trattamenti di chemioterapia e 20 sessioni di terapia con le radiazioni, era diventato chiaro che i medici non potessero fare più nulla per Matheryn.

La bambina era morta l’8 gennaio di quest’anno, dopo che i suoi genitori avevano permesso di spegnere la macchina che la teneva in vita.

Al momento della morte la bambina aveva perso l’80 per cento del suo cervello ed era paralizzata nel lato destro del suo corpo.

Ma la famiglia ha voluto conservare il corpo della piccola criogenicamente, ibernandolo, in Arizona, nell’Alcor. La speranza è che un giorno, la scienza sarà progredita abbastanza per ridare vita alla piccola.

Un medico dell’Alcor era volato in Thailandia e, non appena la piccola era stata dichiarata morta, era iniziata la conservazione del suo corpo.

E’ una soria d’amore, di disperazione e di speranza quella Matheryn, che pone sfide grandi alla scienza e alla bioetica, con tutte le problematiche ad essa connesse.

Lifestyle News Salute

Autistico 1 bambino ogni 70

“Quindici anni fa il rapporto era di 1 bambino autistico su 2.000 bimbi, oggi è di 1 ogni 70. Di certo alla base di questo aumento ci sono state una serie di cause suppletive, come gli effetti dell’inquinamento sulle donne in gravidanza, ma 1 bambino ogni 70 è davvero troppo. È un aumento che i […]

Leggi tutto
Casa Lifestyle News

L’UE mette al bando la plastica monouso dal 3 luglio

Il 3 luglio 2021 entrerà in vigore il divieto dell’uso della plastica monouso in tutta l’UE: presto bicchieri da asporto usa e getta e altri oggetti monouso faranno parte di un ricordo del passato. Le tazze in porcellana To-Go di Villeroy & Boch sono una valida alternativa alla plastica: sono riutilizzabili infinite volte, sono esteticamente […]

Leggi tutto
Cultura e Società News Scienza

L’Italia è un paese a rischio desertificazione

Vittima di cambiamenti climatici sempre più sfavorevoli, che determinano una progressiva riduzione dell’acqua disponibile nel suolo e una continua erosione dei terreni, l’Italia è un paese a rischio desertificazione e siccità, principalmente nelle zone del meridione e nelle isole. Tra le attività più colpite da questa situazione vi è indubbiamente l’agricoltura, settore produttivo di riferimento […]

Leggi tutto
News IN DIES