L’ormone afrodisiaco, che aumenta il desiderio

Un ormone che aumenta il desiderio sessuale nei ratti potrebbe aiutare le persone dipendenti dal sesso, secondo uno studio svedese pubblicato su ‘Addiction Biology’.

Si tratta della grelina, un ormone intestinale, che stimola l’appetito, così come il desiderio di consumare alcol e altre droghe, che aumenterebbe anche l’appetito sessuale.

Nello studio svedese, quando i ratti ricevevano un supplemento di grelina, il loro appetito sessuale aumentava, così come aumentavano i loro sforzi per trovare un partner.

Dallo studio fatto nell’Università di Göteborg, è emerso che riducendo la grelina nei topi, anche il loro appetito sessuale diminuiva.

I ricercatori dicono che diminuire la grelina forse potrebbe essere la chiave per i futuri trattamenti contro la dipendenza da sesso.

Lifestyle News Salute

Le terapie intensive non possono più essere luoghi blindati

Le terapie intensive non possono più essere luoghi blindati, inaccessibili, dove cure, assistenza e dolore sono privi di contatti con il mondo esterno, con gli affetti, con le dinamiche relazionali. La SOCIETA’ ITALIANA DI ANESTESIA, ANALGESIA, RIANIMAZIONE E TERAPIA INTENSIVA-SIAARTI da tempo sta lavorando per avviare una diversa relazione tra operatori, pazienti e famiglie: non […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Covid, Crisanti: i numeri dei contagi non tornano

“Oggi in Italia abbiamo 30-40 decessi al giorno e abbiamo un numero ridicolo di infezioni, evidentemente c’è una discrepanza ingiustificabile perché in tutti gli altri paesi d’Europa e del mondo c’è un rapporto di uno a mille rispetto ai numeri dei casi e dei decessi, quindi dovremmo avere anche noi un numero molto più grande […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

“Droga dello stupro”: è allarme

«I recenti fatti di cronaca legati all’utilizzo di nuovi stupefacenti quali il GHB, la cosiddetta “droga dello stupro”, unitamente all’aumento della violenza e dei femminicidi, fotografano una realtà sempre più difficile da gestire, frutto di frustrazione crescente causata da restrizioni e continui cambiamenti necessari per combattere la pandemia». Ad affermarlo è la dott.ssa Samantha Vitali, […]

Leggi tutto