Milano: rattoppati dei bronchi con delle cellule staminali

A Milano, i medici dell’Istituto Europeo di Oncologia sono riusciti a riparare i bronchi di un paziente, affetto da tumore polmonare, utilizzando delle cellule staminali.

Il paziente, 42 anni, aveva subito l’asportazione del polmone destro a causa di un tumore.

Partendo dalle cellule del midollo osseo del malato, riportandole allo stato embrionale e coltivandole poi in vitro, i medici sono riusciti a ottenere una sorta di pellicola con cui hanno rattoppato i bronchi del paziente, o meglio la ferita che si era creata tra il bronco e il cavo pleurico, dopo l’intervento di asportazione del polmone.

La descrizione dell’intervento compiuto dal team di Francesco Petrella, vice direttore della Chirurgia Toracica all’Istituto Europeo di Oncologia di Milano, è stata riportata dal prestigioso ‘New England Journal of Medicine’.

Lifestyle News Salute

Le terapie intensive non possono più essere luoghi blindati

Le terapie intensive non possono più essere luoghi blindati, inaccessibili, dove cure, assistenza e dolore sono privi di contatti con il mondo esterno, con gli affetti, con le dinamiche relazionali. La SOCIETA’ ITALIANA DI ANESTESIA, ANALGESIA, RIANIMAZIONE E TERAPIA INTENSIVA-SIAARTI da tempo sta lavorando per avviare una diversa relazione tra operatori, pazienti e famiglie: non […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Covid, Crisanti: i numeri dei contagi non tornano

“Oggi in Italia abbiamo 30-40 decessi al giorno e abbiamo un numero ridicolo di infezioni, evidentemente c’è una discrepanza ingiustificabile perché in tutti gli altri paesi d’Europa e del mondo c’è un rapporto di uno a mille rispetto ai numeri dei casi e dei decessi, quindi dovremmo avere anche noi un numero molto più grande […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

“Droga dello stupro”: è allarme

«I recenti fatti di cronaca legati all’utilizzo di nuovi stupefacenti quali il GHB, la cosiddetta “droga dello stupro”, unitamente all’aumento della violenza e dei femminicidi, fotografano una realtà sempre più difficile da gestire, frutto di frustrazione crescente causata da restrizioni e continui cambiamenti necessari per combattere la pandemia». Ad affermarlo è la dott.ssa Samantha Vitali, […]

Leggi tutto