Amal, moglie di Clooney, potrebbe essere arrestata in Egitto

L’avvocato Amal Alamuddin, moglie dell’attore George Clooney, ha rivelato che le autorità egiziane hanno minacciato di arrestarla se pubblicherà un rapporto sul sistema giudiziario dell’Egitto.

L’avvocato britannico, che ha sposato Clooney a Venezia in settembre, ha detto al quotidiano Guardian che lei e il suo team legale avevano redatto nel febbraio 2014 una relazione per raccomandare all’Egitto una magistratura più indipendente.

Ma quando stavano pubblicare la relazione le autorità egiziane le hanno detto che se il documento critica l’esercito, la giustizia o il governo, lei potrà essere arrestata.

Amal è famosa per aver aiutato il governo greco in relazione al ritorno dal British Museum dei marmi del Partenone di Atene e per aver rappresentato il giornalista egiziano con passaporto canadese Mohammed Fahmy, arrestato in Egitto con altri compagni della rete del Qatar “Al-Jazeera”, condannato a giugno a vari anni di carcere, al Cairo.

Cultura e Società Lifestyle News Notizie Salute

Come ridurre le liste d’attesa e rendere omogeneo il Servizio sanitario

La salute rappresenta l’elemento cardine dell’agenda politica delle elezioni del 25 settembre, quando l’Italia sarà chiamata alle urne per decidere il nuovo Parlamento. Ma dopo due anni e mezzo di pandemia, qual è l’importanza che le forze politiche danno alla nostra sanità? Quali strategie intendono mettere in campo per ridurre le liste d’attesa e rendere […]

Leggi tutto
mare
News Notizie

La crisi climatica è assente nei discorsi dei leader politici italiani

Nonostante la siccità, le ondate di calore e gli incendi che quest’estate hanno funestato l’Italia, la crisi climatica è assente nei discorsi dei leader politici italiani, al punto che viene citata in meno dello 0,5% delle loro dichiarazioni riprese dai principali telegiornali. È il risultato di un monitoraggio sulla campagna elettorale diffuso oggi da Greenpeace […]

Leggi tutto
News Notizie

Uva: un’annata soddisfacente per quantità e qualità

Un’annata soddisfacente per quantità e sorprendente per qualità. Secondo le previsioni vendemmiali dell’Osservatorio Assoenologi, Ismea e Unione italiana vini, presentate oggi al Mipaaf, la siccità e il caldo record di quest’anno non hanno compromesso il vigneto Italia che, all’avvio della campagna vendemmiale, promette uve di qualità dal buono all’ottimo, con una quantità in linea con […]

Leggi tutto