WhatsApp: fa discutere la doppia spunta blu

WhatsApp ha introdotto una nuova funzionalità per conoscere se un destinatario ha letto un messaggio ricevuto.

L’azienda, controllata di Facebook, ha dato il via a una delle richieste più grandi su un’applicazione che ha più di 600 milioni di utenti nel mondo.

La nuova doppia spunta blu, dirà al mittente che il messaggio, oltre ad essere stato ricevuto correttamente, è stato letto dal destinatario.

La società, fondata nel 2009 da Jan Koum, offre, con l’attivazione di questo nuovo sistema, dei vantaggi, ad esempio, a quei genitori che vogliono sapere se il proprio figlio ha letto un loro messaggio.

Certamente alimenta l’ossessione del controllo in alcuni, come è stato detto da più parti.

Il sistema di messaggistica, inoltre, lascia a desiderare, dal punto di vista della privacy, per la sua mancanza di sistemi di crittografia dei messaggi che proteggono contro la diffusione dei contenuti.

News Tecnologia

Auto alimentate a combustibili fossili, il 2035 è troppo tardi

Si è tenuto nelle scorse ore in Lussemburgo un atteso Consiglio Ambiente dell’Unione Europea, durante il quale sono state trattate diverse tematiche fondamentali per il futuro ambientale del continente, come la decisione sulla data di stop alla vendita di auto a motore endotermico e l’adozione di una posizione comune sulla normativa per affrontare il contributo […]

Leggi tutto
Lifestyle Moda News Tecnologia

La 4s Platform, il sistema che misura la sostenibilità delle filiere del fashion & luxury

Più di trecento professionisti del sistema moda si sono ritrovati il pomeriggio del 9 giugno a Firenze, nella suggestiva Villa Viviani. Una platea variegata, composta da rappresentanti dei brand (LVMH, Kering, Burberry, Armani, Hugo Boss, Miroglio, Ferragamo, Yamamay, Brunello Cucinelli, Stella McCartney, Dainese, Max Mara, Prada, Valentino, Theory, Thom Browne, Luisa Spagnoli…) ed eccellenze della […]

Leggi tutto
News Tecnologia

Lo stop alle auto a benzina e diesel al 2035 è già tardi

Consiglio Ambiente Ue: Greenpeace Italia non ritiene accettabile la proposta di cinque Paesi europei, inclusa l’Italia, di rinviare al 2040 lo stop alle vendite di auto a motore endotermico approvato dal Parlamento europeo al 2035. «Lo stop alle auto a benzina e diesel al 2035 è già tardi se l’Europa vuole davvero rispettare gli obiettivi […]

Leggi tutto