Facebook si mobilita per Genova con Safety Check

Anche per il disastro di Genova, si può utilizzare la funzione ‘Safety Check’ di Facebook. Lo strumento, sviluppato come ‘Disaster Message Board’ nel 2011, dopo il terremoto e lo tsunami in Giappone, che permette di sapere se gli amici, che si trovano in una zona in cui è accaduto un disastro ambientale stanno bene.

Una volta che gli utenti hanno attivato lo strumento, esso determinerà la loro posizione, utilizzando la città che hanno elencato nel loro profilo, l’ultima posizione che hanno condiviso o la città dove stanno usando Internet.

Se si trovano in un’area colpita da una catastrofe naturale, la verifica di sicurezza di ‘Safety Check’ invia loro una notifica chiedendo se sono al sicuro.

Se dicono sì, la cosa viene notificata agli amici di Facebook.

Inoltre, su Facebook, dopo le alluvioni che hanno colpito varie città italiane, sono state create varie pagine, con cui ci si può aggiornare sulla situazione e contribuire con il proprio aiuto.

Lifestyle News Salute Tecnologia

Anziani e tecnologie: presentato un nuovo modello di cura e assistenza domiciliare

La pandemia ha accelerato l’implementazione delle tecnologie, coinvolgendo anche l’ambito medico. Resta ancora molto da fare, visto che esistono limiti tecnici e operativi che in alcuni casi relegano la telemedicina a un mero slogan. Ad essere penalizzati spesso sono gli anziani, ossia i soggetti con minore familiarità con le tecnologie, ma allo stesso tempo anche […]

Leggi tutto
Cultura e Società News Tecnologia

La pandemia spinge il mercato dei big data nella sanità

Mai come nell’ultimo anno i dati sono stati i principali protagonisti in tutti i settori socio-economici e in particolar modo all’interno del sistema sanitario. Come riportato da una ricerca pubblicata su Statista, nel 2016 il mercato globale dei Big Data nella sanità era valutato 11.5 miliardi di dollari: secondo le previsioni, complice la pandemia da […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute Tecnologia

Robot umanoidi per l’autismo

“Sugar, Salt & Pepper – Robot umanoidi per l’autismo” è il laboratorio sviluppato dal Dipartimento di Informatica dell’Università di Torino, Fondazione Paideia, Jumple e Intesa Sanpaolo Innovation Center che ha l’obiettivo di mettere a sistema le competenze legate alla robotica educativa e sociale con i bisogni dei bambini e ragazzi con disabilità. La sperimentazione, iniziata […]

Leggi tutto
News IN DIES