Uno smalto che cambia colore con la droga dello stupratore

Progettato e sviluppato da quattro studenti, un cosmetico potrà essere in grado di evitare a molte donne di ingerire la droga dello stupro.

Uno smalto è in grado di rilevare i farmaci (Rohypnol, GHB e Xanax) utilizzati dagli stupratori per abusare facilmente  delle loro vittime.

Quattro ragazzi della North Carolina State University stanno lavorando su un prodotto che dovrebbe cambiare colore quando viene a contatto con la “droga dello stupratore”.

“Con nostro smalto, una donna può discretamente garantire la sua sicurezza semplicemente mescolando il suo drink con il dito. Se lo smalto cambia colore, lei capirà che c’è qualcosa di sbagliato” nella bevanda, si dice sulla pagina Facebook dello smalto, che non è ancora stato commercializzato.

Cultura e Società Lifestyle News Salute Scuola

Malattie cardiovascolari: gli adolescenti ne sottovalutano i rischi

Malattie cardiovascolari: in uno scenario monopolizzato dal Covid, gli adolescenti ne sottovalutano i rischi e diventano più scettici riguardo alla prevenzione. Un aiuto a riportare la giusta attenzione verso queste importanti patologie potrà arrivare dalla legge che prevede l’inserimento del defibrillatore, con relativa formazione anche ai giovani, nelle scuole e nelle società sportive. Quanto, nella […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute Scienza

Eutanasia, nuova Lettera di “Mario” all’Asur e al Min.Speranza

Dopo aver ottenuto il parere favorevole del Comitato Etico sulla presenza dei 4 requisiti per l’accesso al suicidio assistito, Mario, 43 anni, malato tetraplegico marchigiano, nei giorni scorsi tramite i suoi legali dell’Associazione Luca Coscioni ha diffidato nuovamente la Asur (Azienda Sanitaria Unica Regionale) Marche, perché inadempiente in merito all’ordine emesso dal Tribunale di Ancona […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Coronavirus: trovata variante Delta AY.4

Sollievo al Policlinico di Tor Vergata. Trovata variante Delta AY.4 con doppia delezione atipica in paziente con risultato negativo al test molecolare per il gene N La virologa Prof.ssa Ceccherini Silberstein :”C’era il sospetto che fosse di variante SARS-CoV-2 Omicron in quanto nel gene N ci sono tre delezioni atipiche” Un paziente non vaccinato ricoverato […]

Leggi tutto