Lo stress prolungato provoca vuoti di memoria

Lo stress continuo e duraturo, a casa e sul posto di lavoro, può danneggiare la memoria a breve termine con l’età, secondo alcuni scienziati americani dell’University of Iowa (UI).

In uno studio condotto su dei ratti, i ricercatori hanno scoperto che i livelli persistentemente elevati dell’ormone dello stress, il cortisolo, portano alla perdita graduale delle sinapsi nella corteccia prefrontale, la parte del cervello dove vengono memorizzati i ricordi a breve termine.

Essere stressati a lungo, con il passare del tempo porta ad avere vuoti di memoria, scrivono gli autori dello studio sulla rivista “Journal of Neuroscience”, spiegando che un aumento transitorio del cortisolo è vitale per la sopravvivenza, perché aiuta ad affrontare meglio le avversità della vita, ma che gli innaturali alti livelli dell’ormone o le continue “esplosioni” nella produzione di esso, sono nocivi.

Lifestyle News Salute

Autistico 1 bambino ogni 70

“Quindici anni fa il rapporto era di 1 bambino autistico su 2.000 bimbi, oggi è di 1 ogni 70. Di certo alla base di questo aumento ci sono state una serie di cause suppletive, come gli effetti dell’inquinamento sulle donne in gravidanza, ma 1 bambino ogni 70 è davvero troppo. È un aumento che i […]

Leggi tutto
Casa Lifestyle News

L’UE mette al bando la plastica monouso dal 3 luglio

Il 3 luglio 2021 entrerà in vigore il divieto dell’uso della plastica monouso in tutta l’UE: presto bicchieri da asporto usa e getta e altri oggetti monouso faranno parte di un ricordo del passato. Le tazze in porcellana To-Go di Villeroy & Boch sono una valida alternativa alla plastica: sono riutilizzabili infinite volte, sono esteticamente […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Gli anziani continuano a pagare il prezzo più alto in termini di salute

L’URGENZA POST-COVID: LA GESTIONE DELLE MALATTIE CRONICHE NELL’ANZIANO. I VACCINI PER GLI OVER 65 – La vaccinazione della popolazione italiana contro il Covid-19 prosegue con numeri significativi. Tuttavia, si sta presentando il conto della trascuratezza avvertita da molti pazienti, soprattutto anziani, nei programmi di prevenzione e cura delle malattie croniche. “Urge ripartire con i percorsi […]

Leggi tutto
News IN DIES