Ricostruita vagina a 4 ragazze, partendo dalle loro cellule

A quattro giovani donne, nate con vagine anormali o senza vagina, sono state impiantate delle vagine coltivate in laboratorio, a partire dalle loro cellule.

Tutte e quattro le donne ora sono sessualmente attive e hanno una funzione vaginale normale.

Due delle quattro, che erano nate con un utero, ma senza vagina, ora hanno le mestruazioni normalmente.
Non è ancora chiaro se queste donne potranno avere figli, ma poiché sono mestruate, la cosa potrebbe essere possibile. Lo ha detto il dottor Anthony Atala, del Wake Forest Baptist Medical Center nella Carolina del Nord, che ha guidato l’impresa, descritta sulla rivista Lancet.

L’intervento è il primo che mostra che possono essere costruite vagine in laboratorio, usando le cellule delle pazienti che hanno bisogno di interventi di chirurgia ricostruttiva.

Atala ha detto che a volte le donne “non possono avere le mestruazioni, soprattutto quando hanno un grave difetto e non hanno un’apertura”. Questo può causare dolore addominale, quando il sangue mestruale si raccoglie nell’addome e non “ha un altro posto dove andare”.

Le ragazze dello studio avevano un’età compresa tra i 13 e i 18 anni al momento degli interventi, effettuati tra il giugno del 2005 e l’ottobre del 2008.

Casa Lifestyle News Tecnologia

Come abiteremo nelle nostre case in futuro?

Come abiteremo nelle nostre case in futuro? Come saranno progettate e che ruolo svolgerà la tecnologia digitale? Queste domande sono alla base di Tomorrow Living, un progetto di ricerca sul futuro dell’abitare trasformato dalla tecnologia, condotto dal Huawei Milan Aesthetic Research Center e curato da Robert Thiemann, direttore di Frame magazine. Per trovare risposte abbiamo […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Long Covid: la metà dei pazienti ha sintomi due anni dopo l’infezione

Dopo due anni di pandemia abbiamo imparato a convivere con il Covid-19, ma oggi sappiamo di più sugli effetti a lungo termine. Secondo il più lungo studio di follow-up fino effettuato pubblicato sul Lancet Respiratory Medicine, la metà dei pazienti che sono stati ricoverati in ospedale ha ancora almeno un sintomo due anni dopo l’infezione […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Allergie primaverili, quanto incidono sugli occhi?

Con l’’arrivo del caldo e della bella stagione arrivano anche le allergie primaverili; questo periodo dell’anno è infatti quello con la maggior produzione di pollini da parte delle piante, che si concentrano nell’aria e possono far nascere le temute reazioni allergiche. Anche se in generale si parla di allergie primaverili questo termine di solito si […]

Leggi tutto