Confort, tecnologia, risparmio energetico, estetica…al Salone Internazionale del Mobile

Come sarà la casa del futuro? Quali saranno i prodotti che entreranno negli ambienti delle nostre abitazioni? Non è difficile immaginarlo, non abbiamo bisogno neanche di troppa fantasia o di andare troppo lontano; la risposta è a Milano, alla 53esima edizione del Salone Internazionale del Mobile, che ha aperto i battenti alla fiera di Rho martedì 8 aprile e li chiuderà domenica 13.

152.300 metri quadrati, più di 20 padiglioni per 1.400 espositori italiani e stranieri, che fanno di questo evento un prestigioso palcoscenico mondiale di tutte le novità della casa, fra il Complemento d’arredo, l’Eurocucina, il Salone Internazionale del Bagno e il Salone Satellite.

autoConfort, tecnologia, risparmio energetico ed ovviamente estetica. Queste le parole chiave che riassumono le nuove tendenze della casa che, in generale, combinano linee sobrie e semplici a materiali sempre più innovativi. Dunque, metalli dagli speciali trattamenti antigraffio e anti-macchia, vengono accostati a marmi e pietre rari e al legno, presente come sempre in tutte le sue declinazioni dal grezzo al lavorato, in un concetto di casa minimal e funzionale ma anche calda e personalizzata, che non disdegna pezzi di design e tocchi di colore.

E le novità tecnologiche? Si notano soprattutto gironzolando negli stands delle grandi case produttrici di elettrodomestici che puntano ad una vita più efficiente, sana e confortevole. In cucina ad esempio, aumentano le prestazioni di lavastoviglie, cappe, frigoriferi e soprattutto piani di cottura e forni con programmi 3D dove si cucinano, su tre livelli, 3 portate o 3 menù contemporaneamente senza mischiare odori e sapori.

Il sogno di tutti? Cucinare senza dover poi pensare all’incombenza della pulizia. Da oggi è possibile con i nuovi forni dotati di sistemi autopulenti. E mentre prende piede l’orto in terrazzo, nella nostra cucina, sarà possibile coltivare le erbe aromatiche tutto l’anno. Accanto alla lavastoviglie infatti, potrebbe trovare posto una serra con luce e temperature adeguate per permetterci di disporre e usare in qualsiasi momento spezie e odori freschi.

Ma non è tutto: accanto all’arredo, al Salone Internazionale del Mobile, non mancano una miriade di altre iniziative ed eventi collaterali legati al mondo del design e dell’architettura. Come lo spazio di confronto dei progetti di 8 fra gli architetti internazionali più conosciuti del momento, dal titolo “Dove vivono gli architetti” che racconta i luoghi e le città dove questi creativi hanno scelto di vivere traendo da loro energia e i nuovi stimoli, che ispirano quotidianamente la loro opera.

(Albani Tatiana)

Cultura e Società News

La storia dei bussolai di Burano

Sveglia all’alba, granelli di farina nell’aria, il profumo del burro sciolto, il calore dei forni accessi alla temperatura giusta per creare una superficie croccante e un interno morbido, le movenze di chi conosce alla perfezione il proprio mestiere e sa come creare, da un impasto informe, la perfetta forma di biscotto a esse. Entrare nella […]

Leggi tutto
Cultura e Società News

Dalla pandemia un nuovo modello di inclusione

Si è tenuta a Milano la presentazione del libro “I colori dell’inclusione: Integrazione, Famiglia, Impresa”: un nuovo approccio alla società e al modo di fare impresa in epoca postpandemica La pandemia ha avuto un effetto devastante su ogni aspetto delle nostre vite: il Covid ha mutato la società e il lavoro in ogni sua forma […]

Leggi tutto
Cultura e Società News

Legumi: una coltivazione a impatto zero ottima per ambiente e salute

Si è svolto in modalità online, mercoledì 20 ottobre, il sesto incontro del ciclo 2021 de “I Mercoledì dell’Archiginnasio. L’Odissea del cibo dal campo alla tavola” dedicato ai legumi. I relatori dell’incontro sono stati il Prof. Paolo Parisini, già Associato di Produzioni Animali Università di Bologna e imprenditore agricolo, la Prof.ssa Cristina Angeloni, Associato di […]

Leggi tutto