Il 17% dei siti Web che utilizzano SSL è vulnerabile

Ci sarebbe un errore di programmazione nelle ultime versioni di OpenSSL che metterebbero a rischio le transazioni fatte con carta di credito nei siti https e permetterebbero ai maleintenzionati di carpire dei dati, come username, password, numeri delle carte di credito e, peggio ancora, chiavi di crittografia, senza lasciare traccia.

Il bug è chiamato «heartbleed» (cuore sanguinante), ed è stato scoperto dai ricercatori finlandesi che lavorano per Codenomicon e da un team di sicurezza di Google.

Secondo Netcraft, il 17,5% dei siti che usano SSL sarebbe potenzialmente in pericolo, per un totale di circa 500.000 siti.

Sembra che Google, Facebook, Microsoft, Twitter, Amazon e Dropbox non siano in pericolo.
I siti di Yahoo, Imgur, OkCupid, KickAss Torrent e quello dell’FBI, invece, sarebbero vulnerabili.

Gli utenti possono verificare qui se un sito è vulnerabile. Un cambiamento della password per i servizi online può essere utile.

News Tecnologia

Solo lo 0,33% dei comuni utilizza gli assistenti virtuali nei propri siti informativi

Promuovere lo sviluppo delle realtà del territorio attraverso un’analisi dei comuni italiani con l’obiettivo di incoraggiare l’utilizzo dell’intelligenza artificiale all’interno delle istituzioni pubbliche: queste sono le parole che maggiormente mettono in risalto il 1° Osservatorio dedicato all’applicazione dell’intelligenza artificiale nel mondo delle Pubbliche Amministrazioni. Il documento in questione, che sarà aggiornato annualmente, è frutto della […]

Leggi tutto
News Tecnologia

Vivere in modo sostenibile, ecco i 5 consigli pratici per aiutare l’ambiente

Che la sostenibilità sia diventata uno dei temi dominanti dell’agenda politica e mediatica internazionale non è un mistero e la prosecuzione a pieno ritmo dei lavori sul Fit for 55% è l’esempio perfetto di come l’Europa intera stia cercando di adeguarsi agli obiettivi imposti dal cambiamento climatico. Se, da una parte, le istituzioni si danno […]

Leggi tutto
Cultura e Società News Tecnologia

40 incontri per parlare di cybersecurity, big data, AI e diritti di cittadinanza digitale

L’Europa sta per dotarsi di nuove leggi per la cittadinanza digitale, come le norme sull’intelligenza artificiale, quelle sulla responsabilità delle piattaforme digitali, e quelle sulla moderazione dei contenuti online. Nel frattempo la digitalizzazione dei servizi, del lavoro e dei consumi, la nascita delle criptovalute, degli NFT, e del Metaverso ci vogliono sempre più online. Per […]

Leggi tutto