Dopo le polemiche, l’omofobo Brendan Eich si è dimesso da Mozilla

Dopo la sua nomina a capo di Mozilla, il 24 marzo, Brendan Eich era sotto il fuoco delle critiche, a causa della sua posizione contro le nozze gay.

Così, il CEO si è dimesso, o meglio, è stato costretto a rassegnare le dimissioni.

“Mi sono dimesso come direttore di Mozilla per riposarmi, per andare in viaggio con la mia famiglia e vedere i problemi da una prospettiva diversa”, ha detto Brendan Eich il 3 aprile scorso.

Solo due giorni prima, in un’intervista, aveva assicurato di non voler lasciare il suo lavoro, asserendo di essere “la persona migliore”, per fare un certo tipo di lavoro in casa Mozilla.

Mitchell Baker, presidente della Mozilla Foundation, però, ha confermato le dimissioni di Brendan Eich sul blog ufficiale dell’organizzazione.

“Mozilla è orgogliosa di essere diversa dagli altri – ha scritto Baker – e durante la settimana passata, non siamo stati all’altezza. Noi sappiamo perché delle persone sono state ferite e si sono arrabbiate, e hanno ragione, non siamo restati fedeli a noi stessi. Non abbiamo agito come avevano sperato”

“Brendan Eich ha scelto di ritirarsi dal suo ruolo di direttore generale di Mozilla e della nostra comunità”, ha concluso.

Nel 2008 Eich aveva dato un contributo di mille dollari per sostenere il referendum Proposition 8, contro le nozze gay in California.

Secondo The Guardian, il creatore di JavaScript aveva fatto anche altre donazioni prima di quelle in favore della Proposition 8, a diversi candidati repubblicani. Nel 1991 e nel 1992 durante la campagna presidenziale, aveva sostenuto il candidato Pat Buchanan, definito spesso misogino e omofobo, con una donazione di 1.000 dollari.

Nel 1996 e nel 1998, aveva sostenuto il repubblicano Ron Paul con una donazione di 2.500 dollari.

Altre donazioni erano state fatte, inoltre, da Brendan Eich a varie personalità del partito repubblicano, come Tom McClintock in California, o Linda Smith nello Stato di Washington.

Dopo che Eich era stato nominato CEO di Mozilla, c’erano stati molti attacchi contro il nuovo amministatore, con petizioni contro di lui e contro Mozilla e con iniziative di boicottaggio verso la comunità.

L’abuso di collutori aumenta il rischio di tumori alla bocca

L’uso eccessivo di collutori può causare una particolare forma di cancro, secondo un nuovo studio pubblicato sulla rivista medica ‘Oral Oncology’.

Non sono solo le abitudini legate al fumo e all’alcol ad influire sull’insorgenza dei tumori della bocca e della gola, secondo il nuovo studio effettuato dai ricercatori della University of Glasgow Dental School.

Secondo gli esperti, ci potrebbe essere anche una relazione tra l’uso eccessivo di collutorio e i tumori del tratto aerodigestivo superiore (cancro della bocca, della laringe, della faringe e dell’esofago).

Le conclusioni degli esperti sono giunte dopo uno studio fatto su 1.962 pazienti con tumori della bocca e della gola e su 1.993 persone sane, in 13 centri di nove paesi, sostenuto dall’Unione europea.

Per uso eccessivo, lo studio specifica che si intende un consumo di colluttorio che supera le tre volte al giorno.

Il caffè riduce le morti per cirrosi epatica

Consumare due o più tazze di caffè al giorno riduce il rischio di morte per cirrosi epatica del 66%, soprattutto nel caso di cirrosi causata da epatite non virale.

Un team di di studiosi, della Duke University negli Stati Uniti e dell’Università nazionale di Singapore, ha esaminato gli effetti del consumo di caffè, di alcol, di tè nero, di tè verde e di bibite sulla cirrosi epatica.

E’ emerso che bere tè, succhi di frutta o bevande analcoliche non influenza il rischio di morte da cirrosi, mentre un elevato consumo di alcol ne aumenta il rischio.

Dopo aver analizzato i dati di anamnesi, lo stile di vita e la dieta abituale di 63 mila individui cinesi di età compresa tra i 45 e i 74 anni, abitanti a Singapore, seguiti per quasi 15 anni, i ricercatori hanno concluso che, invece, al consumo di caffè è associato un minor rischio di morte per cirrosi legata a un’epatite non virale.

I soggetti dello studio che avevano bevuto due o più tazze al giorno di caffè avevano avuto una riduzione del rischio di mortalità del 66%, rispetto a coloro che avevano bevuto caffè solo occasionalmente.

Il consumo di caffè non è efficace nei confronti della mortalità per cirrosi causata dall’epatite B.

Ultrasuoni focalizzati e ad alta intensità per uccidere il tumore

Alcuni ricercatori svizzeri hanno per la prima volta con successo utilizzato degli ultrasuoni focalizzati per distruggere una parte del tumore di cervello.

L’esperimento è stato condotto a Zurigo dal professor Javier Fandino professore di Neurochirurgia ad Aarau, in Svizzera.

Gli ultrasuoni focalizzati impiegano migliaia di fasci di ultrasuoni che convergono su un punto profondo del corpo, che, in questo modo, può essere riscaldato e distrutto, eliminando il tessuto canceroso.

La tecnica non è invadente, è precisa, e distrugge solo le zone malate, risparmiando il tessuto adiacente sano.

Pin It on Pinterest