Fritti e grigliate provocano invecchiamento e cancro

Gli alimenti ricchi di amido come le patate quando sono cotti a temperature superiori ai 120 ° C, producono una reazione chimica e sviluppano sostanze chimiche tossiche. Lo ha detto l’Accademia Nazionale di Farmacia, in Francia.

Questi alimenti, sottoposti ad alte temperature, vengono sottoposti a un processo di glicazione, che può accelerare l’invecchiamento, secondo lo studio diretto da Eric Boulanger, specialista in biologia nell’Università di Lille 2.

Le parti bruciate delle patatine, così come quelle del pane, dei biscotti, del pane bianco e del caffè, contengono acrilamide, una sostanza cancerogena e neurotossica per le cellule animali, non solo quelle degli esseri umani.

Il team di Boulanger ha confermato anche l’esistenza di un legame tra questi prodotti e l’invecchiamento vascolare, che causa maggiore rigidità nelle arterie e ipertensione.

Per evitare conseguenze negative, i ricercatori francesi consigliano di cucinare il cibo lesso, a vapore o nel microonde e non alla griglia o al forno.

Lifestyle News Salute

Epilessia, la gravidanza non è più un tabù

Oltre il 90% delle Donne con Epilessia ha un esito felice della gravidanza. La Lega Italiana Contro l’Epilessia: “Questa condizione non è più motivo di rinunciare a diventare mamme” Storicamente, per le donne con Epilessia diventare mamme è un po’ più complesso. Un tasso di infertilità forse lievemente superiore alla media (ma su questo non […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute Tecnologia

Anziani e tecnologie: presentato un nuovo modello di cura e assistenza domiciliare

La pandemia ha accelerato l’implementazione delle tecnologie, coinvolgendo anche l’ambito medico. Resta ancora molto da fare, visto che esistono limiti tecnici e operativi che in alcuni casi relegano la telemedicina a un mero slogan. Ad essere penalizzati spesso sono gli anziani, ossia i soggetti con minore familiarità con le tecnologie, ma allo stesso tempo anche […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Disturbi del sonno: 1 italiano su 4 dorme male

In Italia ben 12 milioni di persone soffrono di disturbi del sonno: difficoltà di addormentamento, frequenti risvegli durante la notte, risvegli precoci la mattina e difficoltà di riprendere sonno. Secondo i recenti dati dell’Associazione Italiana per la Medicina del Sonno (AIMS), nel nostro Paese circa 1 adulto su 4 soffre di insonnia cronica o transitoria. […]

Leggi tutto
News IN DIES