Cancro al seno, mammografia più frequente per alcune donne

Uno studio condotto su oltre 50.000 donne che hanno partecipato a un programma di screening, tramite mammografia al seno, ha trovato che, se fare screening triennali va bene per la maggior parte delle donne, circa un terzo del sesso femminile è a più alto rischio e potrebbe trarre benefici facendo la mammografia più frequentemente.

Il professor Gareth Evans, dell’Università di Manchester, ha detto all’European Breast Cancer Conference che, identificare il grado di rischio di sviluppare il cancro al seno, nelle donne, consentirebbe agli operatori sanitari di individualizzare gli screening e di fare una prevenzione migliore.

Gareth Evans e i colleghi di Manchester e della Mary University of London, nel Regno Unito, stanno portando avanti uno studio (Procas) iniziato nel 2009.

“I nostri risultati suggeriscono che lo screening triennale è molto efficace per circa il 70% della popolazione femminile, ma ha trovato che le donne, le quali hanno un rischio superiore alla media di sviluppare il cancro al seno, probabilmente richiedono controlli più frequenti”, ha detto Gareth Evans, coordinatore del lavoro.

Lo studio Procas è gestito dall’University Hospital di South Manchester NHS Foundation Trust.

Lifestyle News Salute

L’impatto della pandemia da COVID-19 sulle relazioni di coppia

Una ricerca condotta dal Dipartimento di Psicologia dell’Università di Torino e pubblicata sulla rivista scientifica internazionale Journal of Affective Disorders ha indagato l’impatto della pandemia da COVID-19 sulle relazioni di coppia e benessere psicologico degli italiani. Uno studio condotto dalle ricercatrici A. Romeo, A. Benfante e M. Di Tella del gruppo “ReMind the Body” del […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Osteoporosi e sarcopenia: pazienti a rischio

La parziale ripresa di controlli e visite dopo la fase più acuta della pandemia ha evidenziato la necessità di un nuovo approccio verso le patologie che colpiscono ossa e muscoli, rispettivamente osteoporosi e sarcopenia. Si inizia a parlare di “osteosarcopenia”, una sindrome di recente definizione che vede la concomitante manifestazione delle due patologie, accentuata in […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Nuove linee guida per la steatosi epatica non alcolica

La prevalenza della NAFLD (Non Alcoholic Fatty Liver Disease, Steatosi epatica non alcolica) è in aumento in tutto il mondo. Obesità, invecchiamento della popolazione, diffusione del diabete, consumo di cibi processati ricchi di acidi grassi saturi, fruttosio e di zuccheri industriali sono le cause principali. Questa situazione ha indotto le tre società scientifiche competenti sul […]

Leggi tutto