La sigaretta dei genitori invecchia prematuramente le arterie dei bambini

I genitori che fumano all’interno della casa causano danni permanenti alle arterie dei loro bambini, che invecchiano prima del tempo, secondo un nuovo studio.

Quando entrambi i genitori fumano, le arterie dei bambini esposti vanno incontro a un ispessimento prematuro delle loro arterie, cosa che aumenta il rischio di infarto e di ictus più tardi nella vita.

Allo studio, pubblicato su ‘European Heart Journal’ (EHJ), hanno partecipato 277 bambini finlandesi e 1.375 bambini australiani, che avevano all’inizio della ricerca dai 3 ai 18 anni di età.

I ricercatori hanno seguito per decenni il loro percorso di salute, registrando le abitudini di vita dei loro genitori.

Vent’anni dopo, chi era cresciuto in una casa piena di fumo di sigaretta aveva le carotidi ispessite.

“I nostri risultati suggeriscono che i genitori che fumano all’interno della casa danneggiano precocemente e irreversibilmente la struttura delle arterie dei loro figli e questo è qualcosa che deve essere preso sul serio”, ha detto il ricercatore capo Seana Gall, dell’Università della Tasmania.

Lifestyle News Salute

Le terapie intensive non possono più essere luoghi blindati

Le terapie intensive non possono più essere luoghi blindati, inaccessibili, dove cure, assistenza e dolore sono privi di contatti con il mondo esterno, con gli affetti, con le dinamiche relazionali. La SOCIETA’ ITALIANA DI ANESTESIA, ANALGESIA, RIANIMAZIONE E TERAPIA INTENSIVA-SIAARTI da tempo sta lavorando per avviare una diversa relazione tra operatori, pazienti e famiglie: non […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Covid, Crisanti: i numeri dei contagi non tornano

“Oggi in Italia abbiamo 30-40 decessi al giorno e abbiamo un numero ridicolo di infezioni, evidentemente c’è una discrepanza ingiustificabile perché in tutti gli altri paesi d’Europa e del mondo c’è un rapporto di uno a mille rispetto ai numeri dei casi e dei decessi, quindi dovremmo avere anche noi un numero molto più grande […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

“Droga dello stupro”: è allarme

«I recenti fatti di cronaca legati all’utilizzo di nuovi stupefacenti quali il GHB, la cosiddetta “droga dello stupro”, unitamente all’aumento della violenza e dei femminicidi, fotografano una realtà sempre più difficile da gestire, frutto di frustrazione crescente causata da restrizioni e continui cambiamenti necessari per combattere la pandemia». Ad affermarlo è la dott.ssa Samantha Vitali, […]

Leggi tutto