In arrivo la Coca Cola in capsule

La Green Mountain Coffee Roasters, produttore di capsule per caffettiere, ha detto mercoledì che Coca-Cola ha pagato 1,25 miliardi di dollari (924 milioni di euro) per il 10% del suo capitale.

Questa transazione si inserisce nel quadro di un accordo di dieci anni, per lo sviluppo e la commercializzazione dei prodotti Coca Cola su macchine per bevande fredde.

In sostanza, la Coca Cola presto sarà disponibile anche in capsule e la bevanda si potrà preparare direttamente a casa propria.

Il nuovo sistema dovrebbe essere lanciato nel 2015.

Svelati i misteri di Kepler 413-b, il pianeta danzante

I ricercatori della Nasa hanno cominciato a svelare il mistero dell’esopianeta Kepler 413-b, il corpo celeste misterioso, dalle stagioni che cambiano velocemente.

Secondo gli astronomi, sulla superficie di Kepler 413-b le stagioni cambiano così rapidamente, che sarebbe impossibile scegliere se indossare i bermuda o il cappotto.

È noto che l’inclinazione assiale del pianeta Kepler 413-b può cambiare di 30 gradi in 11 anni. Tutto questo conduce a un rapido e piuttosto caotico cambiamento delle stagioni sulla superficie del pianeta.

L’inclinazione assiale della terra è cambiata solo di 23,5 gradi, negli ultimi ventisei mila anni.

Kepler 413-b, pianeta extrasolare scoperto utilizzando il telescopio spaziale Keplero, si trova a 2300 anni luce di distanza dalla Terra, nella costellazione del Cigno.

Il pianeta orbita intorno a due stelle, una nana rossa e una arancione. Il periodo orbitale del pianeta è di sessantasei giorni.

L’orbita del pianeta è inclinata di 2,5 gradi rispetto al piano.

Visto dalla terra, Kepler-413b è un pianeta danzante che si muove su e giù.

Il corpo celeste è troppo caldo per poter ospitare la vita, dato che la sua orbita passa troppo vicino alla stella.

La sua temperatura superficiale è troppo alta per l’acqua che non potrebbe esistere in forma liquida.

Kepler-413b è un gigante gassoso la cui massa è 65 volte quella della terra.

Troppo zucchero triplica il rischio cardiovascolare

Uno studio statunitense ha trovato che consumare troppo zucchero aumenta il rischio di mortalità per malattie legate al sistema cardiovascolare.

Lo studio fatto dal Center for Disease Control and Prevention di Atlanta, pubblicato su Jama Internal Medicine, ha rivelato i rischi associati al consumo eccessivo di zuccheri raffinati per il sistema cardiovascolare.

Il dottor Quanhe Yang, direttore della ricerca, ha detto che “le persone che consumano un quarto delle loro calorie quotidiane consistenti in zuccheri aggiunti hanno tre volte più probabilità di morire per malattie cardiovascolari rispetto a chi mangia meno zucchero”.

“Naturalmente, lo zucchero di per sé non è pericoloso”, dice lo studio, ma “se consumato in eccesso, contribuisce all’aumento di peso e all’aumento del rischio di sviluppare malattie cardiovascolari”.

“Dobbiamo aiutare le persone a ridurre il consumo eccessivo di grassi, ma anche quello eccessivo di zucchero raffinato per ridurre il rischio di obesità e di avere attacchi di cuore”, ha detto il dottor Quanhe Yang.

Balotelli: finalmente la verità, Pia è mia figlia

Dopo più di un anno dalla nascita della piccola Pia, Mario Balotelli ha finalmente riconosciuto di essere il padre della bambina, frutto della sua relazione con Raffaella Fico.

Su Twitter, il calciatore ha annunciato il riconoscimento della sua paternità con un messaggio chiaro e inequivocabile: “Finalmente la verità: Pia. Dolce bimba mia. Il tuo papà”, ha scritto.

La storia della piccola, che Mario Balotelli ha avuto con Raffaella Fico, dopo la loro storia d’amore del 2012, ha riempito, negli ultimi tempi, le pagine dei tabloid.

Balotelli, quando aveva appreso che sarebbe diventato padre aveva detto che avrebbe assunto il suo ruolo di padre una volta che un test di paternità avesse dimostrato che la bambina era sua.

Ora, il test ha confermato quello che era altamente probabile, dato che la bambina è di colore, e cioè che Pia è figlia del calciatore.

Sony cede i pc Vaio a JPI

Sony ha confermato che venderà la divisione dei PC Vaio a Japan Industrial Partners (JPI).

La società non ha rivelato l’importo della transazione.

La questione dovrebbe essere completata entro luglio mentre JPI si concentrerà sul mercato giapponese, come primo passo.

Sony manterrà il 5% del capitale della nuova società, la quale rileverà tra i 250 e i 300 dipendenti della marca.

JPI pare che creerà una nuova entità, incorporando il business VAIO per un prezzo compreso tra i 292 e i 364 milioni di euro.

Sony, da parte sua, manterrà una partecipazione minima al fine di agevolare la transizione e continuerà la vendita di VAIO sotto il suo marchio.

Pin It on Pinterest