Snowden: la NSA spia tramite le app dei telefonini

Il servizio di segreto degli Stati Uniti (NSA) e l’equivalente britannico (GCHQ) possono spiare gli utenti di telefonia mobile attraverso le applicazioni (app), come “Angry Birds”.

Lo ha scritto il giornale ‘The Guardian’, in base alle rivelazioni di Edward Snowden.

NSA (National Security Agency) e GCHQ (Government Communications Head Quarter) secondo Snowden, utilizzano app, tra cui Angry Birds, per acquisire informazioni private sugli utenti online.

Molti utenti non sono consapevoli che le loro informazioni siano facilmente accessibili.

Il popolare gioco Angry Birds, scaricato 1,7 milioni di volte, è stato citato come un esempio nei documenti trapelati.

NSA e GCHQ sfruttano sempre più persone che utilizzano i telefoni intelligenti per avere dati quali età, sesso, luogo di residenza, stato civile e preferenze sessuali, cogliendo anche informazioni sul tipo di utente di telefonia mobile o sul numero di serie del cellulare posseduto.

News Tecnologia

Industria, il digitale entra nel marketing del B2B

Strumenti nuovi, creazione di reti, obiettivi condivisi, ma soprattutto digitale: cambia l’approccio al marketing delle aziende B2B. Il settore che, storicamente, ha sempre avuto una relazione più tradizionale nella vendita, si sta aprendo alle soluzioni più tecnologiche. «La centralità non è più data dall’agenda del singolo commerciale, ma dalla capacità di generare, catalogare e fare […]

Leggi tutto
News Tecnologia

Selfie: è giusto non apparire sempre in splendida forma nelle foto

Accettare, valorizzare e amare il proprio corpo non è mai stato semplice. Scattare e postare un selfie può rappresentare davvero tanto: può voler dire mettersi totalmente a nudo davanti a una vastissima community di utenti, accettandone le conseguenze, e a volte addirittura pagandone il prezzo, come anche mostrare ciò che in realtà non si è, […]

Leggi tutto
desertificazione, ambiente
News Scienza Tecnologia

L’intelligenza artificiale per tutelare acqua e coltivazioni

La siccità è realtà ed è un problema attuale e globale, che riguarda tutti e che va oltre specifiche zone, superando i confini regionali. In Italia la fotografia è allarmante, con oltre il 20% del territorio nazionale a rischio desertificazione fin dal 2018 e con una situazione ulteriormente complicata dall’assenza di precipitazioni degli ultimi mesi, […]

Leggi tutto