La sonda spaziale Rosetta pronta per dirigersi verso la sua cometa

Lanciata nello spazio nel 2004, la sonda europea Rosetta si è risvegliata lunedì dopo 31 mesi di sonno e si è preparata per il suo appuntamento con una cometa di ghiaccio, che studierà col fine di svelare i misteri della nascita del sistema solare.

Prima di metterla in ibernazione, nel giugno 2011, per mancanza di luce sufficiente ai suoi sistemi di energia, gli scienziati dell’Agenzia spaziale europea (ESA) avevano impostato l’orologio interno Rosetta per il 20 gennaio alle 10 GMT.

Ma gli astronomi hanno dovuto aspettare più di otto ore prima che il segnale arrivasse loro, dato che la sonda si trova a più di 800 milioni di chilometri dalla terra.

Il primo segnale proveniente da Rosetta dopo due anni e mezzo di ibernazione è stato ricevuto dalla stazione della Nasa a Goldstone, alle 18:18 GMT.

“Hallo World!”: così Rosetta ha salutato la Terra al suo risveglio. Il messaggio è stato accolto da un’esplosione di gioia.

Ora, Rosetta si dirigerà verso la cometa ’67P/Tchourioumov-Guerassimenko’, dove arriverà in estate e con cui farà un lungo tratto nello spazio, fino alla fine dell’anno 2015.

Con Rosetta, l’ESA cerca di svelare l’evoluzione del sistema solare, fin dalla sua nascita.

News Scienza

Nucleare: a dieci anni dal referendum

Sono passati dieci anni dal referendum con cui gli italiani hanno bocciato per la seconda volta il nucleare nel nostro Paese. Il 12 e 13 giugno 2011, con 27 milioni di voti, gli elettori si espressero per fermare i piani nucleari del governo. L’impegno di Greenpeace per il referendum viene ricordato in un video diffuso […]

Leggi tutto
News Scienza

Giornata Mondiale dell’Ambiente: il ruolo dell’idrogeno

Mancano ormai pochi giorni al vertice del G7, che si terrà dall’11 al 13 giugno in Cornovaglia, Regno Unito. È però già stato reso noto il documento ufficiale prodotto, dopo una due giorni di incontri virtuali, dai ministri dell’ambiente dei Paesi membri. Il testo sigla l’impegno a decarbonizzare completamente tutti i settori energetici entro il […]

Leggi tutto
News Scienza

Giornata Mondiale dell’Ambiente: i bambini sono tra i più colpiti dalla crisi climatica

In occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente (5 giugno), l’UNICEF Italia ricorda che le bambine e i bambini sono tra le persone più colpite dalla crisi climatica e, al tempo stesso, quelle che hanno meno voce in capitolo. I fattori che determinano l’inquinamento atmosferico sono gli stessi di quelli del cambiamento climatico. Per questo l’UNICEF Italia […]

Leggi tutto
News IN DIES