Alzheimer : la vitamina E può rallentare la malattia

Un nuovo studio statunitense ha trovato che, nel trattamento della malattia di Alzheimer, la vitamina E può rallentare la progressione della patologia in quei pazienti in cui si è appena manifestata e in quelli con malattia moderata.

Lo studio, condotto a Minneapolis, nel Minnesota, ha seguito per due anni, più di 600 anziani, a cui sono state somministrate alte dosi di vitamina E.

La ricerca ha dimostrato che queste persone hanno avuto un lento declino in alcune loro facoltà, come vestirsi o cucinare un pasto, ma non sulla capacità di pensare.

Il dottor Maurice Dysken, ricercatore dell’ospedale in cui è stato condotto lo studio, ha detto che per ora questo è il meglio che possiamo fare, ossia rallentare la progressione della malattia.

L’Alzheimer è una patologia invalidante, per la quale purtroppo, ad oggi, non esistono cure, ma solo terapie che possono ritardare il suo progredire.

I risultati dello studio fatto a a Minneapolis sono stati pubblicati nel ‘Journal of American Medical Association’.

matrimonio
Lifestyle News

Matrimoni ai laghi con Varese Destination Wedding

Un territorio ricco di storia che, già dai tempi dei romani era apprezzato per le sue caratteristiche, diventato poi meta di vacanze per la nobiltà milanese e infine trasformato in iconica immagine delle vacanze spensierate del periodo della dolce vita, negli anni ‘50 e ’60, che vedevano feste, balli, tornei sportivi, sfilate di moda ed […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Covid e HIV, gli anticorpi monoclonali potranno eradicare il virus

ICAR fa 13! Si sta concludendo la 13a edizione del Congresso ICAR – Italian Conference on AIDS and Antiviral Research, punto di riferimento per la comunità scientifica in tema di HIV-AIDS, Epatiti, Infezioni Sessualmente Trasmissibili e virali. ICAR è organizzato sotto l’egida della SIMIT, Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali, di tutte le maggiori […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Giornata nazionale dell’andrologia: il 50% dei giovani ha rapporti sessuali non protetti

Da un’indagine condotta su 10.000 adolescenti nell’ultimo anno è emerso che il 30% ha riportato un consumo eccessivo di fumo o alcool e circa il 50% l’uso di sostanze illecite o rapporti sessuali non protetti   Il 21 ottobre 2021 è stata la prima giornata nazionale dell’andrologia promossa dalla società italiana di andrologia e medicina […]

Leggi tutto