Gli energy drink possono alterare la funzionalità del cuore

Un allarme sulle bevande energetiche, che possono far male cuore, sforzandolo e inducendolo a contrarsi più rapidamente, è stato lanciato da alcuni ricercatori tedeschi.

Gli energy drink che contengono un alto contenuto di caffeina e taurina aumentano significativamente le contrazione del cuore, un’ora più tardi, dopo essere state consumate, secondo una ricerca presentata al meeting annuale della Radiological Society of North America, a Chicago.

Le bevande energetiche fanno male in particolare alle persone che hanno già una malattia cardiaca, ha detto Kim Williams, vice presidente dell’American College of Cardiology.

Gli energy drink contengono 400 mg di taurina e 32 milligrammi di caffeina per ogni 100 millilitri di liquido. La taurina è un aminoacido che ha ruoli importanti nel corpo (si crede che migliori le prestazioni atletiche). La caffeina è uno stimolante naturale.

La miscela unica di zucchero, caffeina e taurina, in un energy drink, può avere un effetto negativo sul cuore, hanno detto i ricercatori dell’Università di Bonn, facendo presente che, comunque, devono essere fatte ulteriori indagini, per valutare “gli effetti a lungo termine sui bambini e sulle persone con la malattia di cuore” delle bevande.

Lifestyle News Salute

Le terapie intensive non possono più essere luoghi blindati

Le terapie intensive non possono più essere luoghi blindati, inaccessibili, dove cure, assistenza e dolore sono privi di contatti con il mondo esterno, con gli affetti, con le dinamiche relazionali. La SOCIETA’ ITALIANA DI ANESTESIA, ANALGESIA, RIANIMAZIONE E TERAPIA INTENSIVA-SIAARTI da tempo sta lavorando per avviare una diversa relazione tra operatori, pazienti e famiglie: non […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Covid, Crisanti: i numeri dei contagi non tornano

“Oggi in Italia abbiamo 30-40 decessi al giorno e abbiamo un numero ridicolo di infezioni, evidentemente c’è una discrepanza ingiustificabile perché in tutti gli altri paesi d’Europa e del mondo c’è un rapporto di uno a mille rispetto ai numeri dei casi e dei decessi, quindi dovremmo avere anche noi un numero molto più grande […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

“Droga dello stupro”: è allarme

«I recenti fatti di cronaca legati all’utilizzo di nuovi stupefacenti quali il GHB, la cosiddetta “droga dello stupro”, unitamente all’aumento della violenza e dei femminicidi, fotografano una realtà sempre più difficile da gestire, frutto di frustrazione crescente causata da restrizioni e continui cambiamenti necessari per combattere la pandemia». Ad affermarlo è la dott.ssa Samantha Vitali, […]

Leggi tutto