Bambino cinese di 10 anni costretto dal maestro a buttarsi dal trentesimo piano

cina.bambinoUn bambino cinese di dieci anni si è gettato dal trentesimo piano, dopo essere stato convocato dal suo insegnante per scrivere una “autocritica”.

Il bambino doveva cioè scrivere una lettera di scuse da 1000 caratteri cinesi perché aveva chiacchierato in aula.

Se non lo avesse fatto, sarebbe dovuto saltare nel vuoto.

Ma il bambino non è riuscito a completare la sua “autocritica”, pur avendo provato più volte. Allora il maestro gli avrebbe detto che non gli restava che buttarsi dalla finestra

Dopo la tragica morte del piccolo, i membri della sua famiglia hanno protestato fuori della sua scuola, nella città di Chengdu.

“L’insegnante ha costretto il nostro bambino a saltare dalla parte superiore dell’edificio” , hanno scritto su uno striscione.

I parenti avrebbero trovato delle scritte sui libri di scuola del bambino, che dicevano: “Maestro, non ci riesco. Ho già provato più volte a buttarmi dalla finestra”.

L’inchiesta della polizia sul caso è ancora in corso.

Secondo la scuola il ragazzo è morto “accidentalmente”, dato che, anche a molti dei suoi compagni era stato ordinato di redigere un testo di introspezione sul proprio comportamento.

Le sessioni di “autocritica” hanno profondamente influenzato la società cinese negli anni del maoismo e recentemente sono state utilizzate in occasione della campagna anti-corruzione.

(Foto Afp)

Cultura e Società Lifestyle News Notizie Salute

Come ridurre le liste d’attesa e rendere omogeneo il Servizio sanitario

La salute rappresenta l’elemento cardine dell’agenda politica delle elezioni del 25 settembre, quando l’Italia sarà chiamata alle urne per decidere il nuovo Parlamento. Ma dopo due anni e mezzo di pandemia, qual è l’importanza che le forze politiche danno alla nostra sanità? Quali strategie intendono mettere in campo per ridurre le liste d’attesa e rendere […]

Leggi tutto
mare
News Notizie

La crisi climatica è assente nei discorsi dei leader politici italiani

Nonostante la siccità, le ondate di calore e gli incendi che quest’estate hanno funestato l’Italia, la crisi climatica è assente nei discorsi dei leader politici italiani, al punto che viene citata in meno dello 0,5% delle loro dichiarazioni riprese dai principali telegiornali. È il risultato di un monitoraggio sulla campagna elettorale diffuso oggi da Greenpeace […]

Leggi tutto
News Notizie

Uva: un’annata soddisfacente per quantità e qualità

Un’annata soddisfacente per quantità e sorprendente per qualità. Secondo le previsioni vendemmiali dell’Osservatorio Assoenologi, Ismea e Unione italiana vini, presentate oggi al Mipaaf, la siccità e il caldo record di quest’anno non hanno compromesso il vigneto Italia che, all’avvio della campagna vendemmiale, promette uve di qualità dal buono all’ottimo, con una quantità in linea con […]

Leggi tutto