Premio Nobel per la medicina a due americani e a un tedesco

Come ogni anno, l’assegnazione del premio Nobel è iniziata dalla medicina. Quest’anno, il premio è andato a due americani, James Rothman e Randy Schekman, e al tedesco Thomas Sudhof.

nobel.medicinaI tre biologi hanno scoperto il meccanismo che regola il trasporto di molecole all’interno delle cellule.

Il trio di ricercatori ha contribuito a svelare il mistero di come una cellula organizzare il sistema di trasporto in modo che le molecole siano nel posto giusto al momento giusto.

Ogni cellula è una piccola fabbrica che produce ed esporta le molecole.

La scoperta costituisce un passo importante verso la comprensione del processo di guarigione di malattie gravi come il diabete, per esempio, patologia per cui l’insulina, l’ormone che regola il tasso di zucchero nel sangue, deve essere trasportato da cellula a cellula.

I TRE AUTORI

James Rothman, biochimico, ha identificato le proteine delle vescicole e come interagiscono con la membrana della cellula. Ha 63 anni, aveva iniziato i suoi studi alla fine degli anni ’70, nell’università californiana di Stanford. Dal 2008 insegna nell’università di Yale. Originario del Massachusetts, si è laureato ad Harvard. Ha lavorato anche nell’università di Princeton, nel Memorial Sloan-Kettering Cancer Institute e nella Columbia University.

Randy W. Schekman, 65 anni, ha identificato i geni necessari per il corretto funzionamento del trasporto vescicolare. Dal 1976 insegna nell’università di Berkeley. Originario del Minnesota, ha studiato nell’università della California a Los Angeles. E’ anche ricercatore per lo Howard Hughes Medical Institute.

Il tedesco Thomas C. Südhof, 58 anni, ha lavorato sul controllo dei meccanismi interni alle vescicole. Lavora negli Stati Uniti dal 1983, ossia da quando si era trasferito nell’università del Texas. Dal 2008 insegna Fisiologia cellulare nell’università di Stanford e dal 1991 lavora anche per lo Howard Hughes Medical Institute. Nato in Germania,a Gottinga, ha studiato Neurochimica nell’università Georg-August.

Casa Lifestyle News Tecnologia

Come abiteremo nelle nostre case in futuro?

Come abiteremo nelle nostre case in futuro? Come saranno progettate e che ruolo svolgerà la tecnologia digitale? Queste domande sono alla base di Tomorrow Living, un progetto di ricerca sul futuro dell’abitare trasformato dalla tecnologia, condotto dal Huawei Milan Aesthetic Research Center e curato da Robert Thiemann, direttore di Frame magazine. Per trovare risposte abbiamo […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Long Covid: la metà dei pazienti ha sintomi due anni dopo l’infezione

Dopo due anni di pandemia abbiamo imparato a convivere con il Covid-19, ma oggi sappiamo di più sugli effetti a lungo termine. Secondo il più lungo studio di follow-up fino effettuato pubblicato sul Lancet Respiratory Medicine, la metà dei pazienti che sono stati ricoverati in ospedale ha ancora almeno un sintomo due anni dopo l’infezione […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Allergie primaverili, quanto incidono sugli occhi?

Con l’’arrivo del caldo e della bella stagione arrivano anche le allergie primaverili; questo periodo dell’anno è infatti quello con la maggior produzione di pollini da parte delle piante, che si concentrano nell’aria e possono far nascere le temute reazioni allergiche. Anche se in generale si parla di allergie primaverili questo termine di solito si […]

Leggi tutto