Ingerire troppi grassi danneggia il senso di sazietà

obesitàLe persone che si nutrono con molti grassi per molto tempo, danneggiano in via definitiva il segnale di saietà. Per questa ragione, secondo alcuni ricercatori australiani, il 95 per cento delle persone che perdono peso, entro 2 anni lo riprendono e spesso ingrassano anche di più.

Lo studio condotto da Amanda Page e Stephen Kentish dell’Università di Adelaide ha trovato che lo stomaco non torna alla normalità quando si perde peso, dopo aver consumato tanti grassi per lungo tempo.

Gli scienziati hanno scoperto che nelle persone pesantemente in sovrappeso la funzione di segnalazione di sazietà viene definitivamente danneggiata.

I nervi preposti per dire al cervello che lo stomaco è pieno non lavorano più bene.

Un ormone nel corpo, la leptina, noto per la regolare assunzione di cibo, può modificare la sensibilità dei nervi nello stomaco, dicono i ricercatori.

In condizioni normali, la leptina agisce per interrompere l’assunzione di cibo. Tuttavia, dopo una dieta ricca di grassi la leptina desensibilizza i nervi che rilevano la sazietà, secondo lo studio.

Lifestyle News Salute Tecnologia

Caldo record, dalla SIPREC il decalogo per i pazienti cardiovascolari

CAMBIAMENTI CLIMATICI E PREVENZIONE CARDIOVASCOLARE – Da metà maggio l’Italia è interessata da ondate di calore senza precedenti. Tra i rischi da prevenire, vi sono anche quelli per l’apparato cardiovascolare. Da qui nasce l’impegno istituzionale e sociale della Società Italiana per la Prevenzione Cardiovascolare – SIPREC a consigliare norme di comportamento per salvaguardare la propria […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

India: il COVID-19 ha reso i bambini ansiosi

Durante la pandemia da COVID-19, i bambini di tutta l’India hanno avuto problemi a dormire e hanno dovuto affrontare un aumento dei casi di violenza domestica. Un numero maggiore di loro è stato costretto a lavorare. È quanto emerge da uno studio condotto da Save the Children, l’Organizzazione da oltre 100 anni lotta per salvare […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Porpora trombotica: la diagnosi può arrivare in ritardo

La porpora trombotica trombocitopenica (TTP) non è solo una patologia dal nome difficile, ma è anche ultra-rara: l’incidenza della sua forma acquisita (aTTP), di origine autoimmune, che corrisponde al 95% dei casi totali, è di circa 1,2 – 6 casi per milione di persone per anno e nel nostro Paese si stima che si verifichino […]

Leggi tutto