La pausa caffè può aiutare i lavoratori ad affrontare lo stress

coffee-breakFare una pausa caffè, un coffee break, è importante per scaricare lo stress e non nuoce alla produttività, secondo un nuovo studio fatto nell’Università di Copenaghen e pubblicato su Symbolic Interaction..

Lo studio ha trovato utile che le pause caffè abbiano consentito l’interazione sociale, permettendo ai lavoratori di condividere sia i pareri professionali, sia le frustrazioni personali avute sul lavoro.

“Il coffee break non deve essere considerato un ‘rifiuto’ di produrre”, ha detto Pernille Stroebaek dell’Università di Copenaghen, che ha anche sostenuto in un libro come i coffee break abbiano un loro valore sociale e potenzialmente anche un loro valore monetario.

Lifestyle News Salute

Malattie Reumatologiche: le novità terapeutiche dei biobetter

Novità significative per le Malattie Reumatologiche come artrite reumatoide, artrite psoriasica, spondiloartrite. Recenti studi, infatti, hanno confermato la validità e i numerosi vantaggi offerti dai farmaci biobetter, un’evoluzione tecnologica dei farmaci biosimilari. L’esempio di questa nuova frontiera terapeutica è rappresentata dalla nuova formulazione di somministrazione dell’anticorpo monoclonale Infliximab, farmaco biosimilare prodotto dalla sudcoreana Celltrion Healthcare, […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

A Lecce esperti a confronto su valvulopatie mitraliche

Due giorni di sessioni, dibattiti e confronto sulle più recenti innovazioni in merito alla diagnosi e alla cura delle patologie valvulopatie mitraliche a Lecce, nel congresso biennale ideato e organizzato dalla Mitral Academy Mitral Academy (MICS). “Il MICS è un congresso molto importante per tutti gli appassionati di diagnosi e terapia della mitrale, esperti nazionali […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Estate: allarme infezioni sessualmente trasmesse

L’estate e i viaggi implicano un incremento delle relazioni tra individui, tanto più desiderate dopo due anni condizionati dalle restrizioni per la pandemia. Questo contesto può favorire rapporti sessuali occasionali, con il rischio di Infezioni Sessualmente Trasmesse (IST): in primis l’HIV, ma anche le epatiti virali, il papilloma virus, le infezioni batteriche di clamidia, gonorrea, […]

Leggi tutto