L’uomo? Per le donne deve far ridere

ridereSecondo un nuovo studio condotto dai medici della Stanford School of Medicine e pubblicato su Social Neuroscience, il cervello femminile è sensibile all’umorismo.

Gli scienziati americani hanno concluso che le donne sono geneticamente predisposte a preferire un partner divertente.

Per il loro studio, i ricercatori hanno confrontato l’attività del cervello in 22 ragazzi, maschi e femmine, di età compresa tra i 6 e i 13 anni, a cui avevano mostrato video più o meno divertenti.

E’ emerso che il cervello delle bambine era più attivo di quello dei maschi nel corso della visione dei video comici.

“I nostri dati, per la prima volta, mostrano che esistono differenze di sesso nell’apprezzamento dell’umorismo già nei bambini piccoli”, hanno scritto gli autori dello studio.

Se le ragazze sono biologicamente ricettive nei confronti dell’umorismo, una volta donne preferiranno scegliere un partner che le fa ridere come padre potenziale dei loro figli, conclude lo studio.

Lifestyle News Salute

Gli italiani e il sole: il 42% usa quotidianamente la protezione solare

Sette italiani su dieci amano trascorrere il fine settimana all’aperto, al sole. Tuttavia, solamente il 42% dichiara di usare quotidianamente la protezione solare. E’ quanto emerge dallo studio[1], giunto alla terza edizione, condotto da ISDIN su un campione di quasi 7.000 italiani in merito alle abitudini di Fotoprotezione. Se si esclude la stagione estiva, non […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Come ci si deve truccare per evitare di avere problemi agli occhi?

Truccare gli occhi è una routine quotidiana per molte donne e, sebbene in passato si facesse per lo più solo in occasione di eventi speciali, oggi è una pratica assai comune. Secondo i dati forniti da www.clinicabaviera.it, una delle aziende leader in Europa nel settore dell’oftalmologia, sei donne italiane su dieci si truccano gli occhi […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Sindrome da odore di pesce, a Milano c’è una équipe medica dedicata

Si chiama trimetilaminuria, TMAU, o Sindrome da odore di pesce: si tratta di una malattia metabolica dovuta all’incapacità del nostro corpo di produrre un enzima che deve smaltire una sostanza presente in molti cibi, soprattutto pesce e crostacei. Se l’enzima manca la trimetilammina viene rilasciata attraverso sudore, urine e respiro che acquisisce così un caratteristico […]

Leggi tutto