In calo la fertlità nei maschi occidentali

infertilità.maschileNei paesi industrializzati, la qualità dello sperma continua a diminuire, sia in termini di perdita di mobilità, sia in termini di diminuzione del numero degli spermatozoi.

La maggior parte dei esperti credono che le cause di questo siano strettamente legate ai fattori ambientali, come l’esposizione ai perturbatori endocrini.

Secondo vari studi, presentati a Londra in occasione della Conferenza annuale della Società Europea di Riproduzione, ad essere deleteri sono i pesticidi utilizzati in agricoltura, l’alimentazione sbagliata, lo stile di vita sedentario, il fumo, oltre all’esposizione ai ftalati e al bisfenolo A, la sostanza chimica presente nella plastica delle bottiglie, nei biberon e negli imballaggi per alimenti.

Un team internazionale di ricercatori, in Australia, ha seguito più di 2 900 gestanti trovando che l’esposizione al fumo, in gravidanza, compromette la capacità riproduttiva dei figli maschi.

Lo stesso studio ha trovato che esiste una diminuita fertilità nei maschi che hanno avuto problemi di sovrappeso durante l’adolescenza.

In generale, dalla Conferenza londinese è emerso che il calo della fertilità interessa tutta la popolazione occidentale. Negli ultimi 15 anni, la fertilità maschile, nella fascia di età compresa tra 18 e 25 anni, è diminuita del 30%.

Per gli esperti, i giovani dovrebbero, anche, evitare di sottoporre i genitali a degli shock termici. Il calore, gli indumenti troppo aderenti, le docce e le saune calde compromettono la fertilità.

Lifestyle News Salute

Le terapie intensive non possono più essere luoghi blindati

Le terapie intensive non possono più essere luoghi blindati, inaccessibili, dove cure, assistenza e dolore sono privi di contatti con il mondo esterno, con gli affetti, con le dinamiche relazionali. La SOCIETA’ ITALIANA DI ANESTESIA, ANALGESIA, RIANIMAZIONE E TERAPIA INTENSIVA-SIAARTI da tempo sta lavorando per avviare una diversa relazione tra operatori, pazienti e famiglie: non […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Covid, Crisanti: i numeri dei contagi non tornano

“Oggi in Italia abbiamo 30-40 decessi al giorno e abbiamo un numero ridicolo di infezioni, evidentemente c’è una discrepanza ingiustificabile perché in tutti gli altri paesi d’Europa e del mondo c’è un rapporto di uno a mille rispetto ai numeri dei casi e dei decessi, quindi dovremmo avere anche noi un numero molto più grande […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

“Droga dello stupro”: è allarme

«I recenti fatti di cronaca legati all’utilizzo di nuovi stupefacenti quali il GHB, la cosiddetta “droga dello stupro”, unitamente all’aumento della violenza e dei femminicidi, fotografano una realtà sempre più difficile da gestire, frutto di frustrazione crescente causata da restrizioni e continui cambiamenti necessari per combattere la pandemia». Ad affermarlo è la dott.ssa Samantha Vitali, […]

Leggi tutto