Più della metà dei tumori associata ai difetti di un singolo gene

p53Un nuovo studio ha trovato che più della metà dei tumori è associata ai difetti di un singolo gene.

I ricercatori sperano che la nuova scoperta possa portare a nuove cure attraverso la manipolazione genetica.

Un team di scienziati dell’University of Cincinnati, Bellvitge Biomedical Research Institute, and Catalan Oncology Institute ha detto che il gene p53 agisce come soppressore tumorale, proteggendo le cellule sane e prevenendo lo sviluppo di cellule cancerose anomale.

I ricercatori ritengono che il gene produca proteine che possono riparare le cellule danneggiate o portare le cellule tumorali a morire.

Quando il gene non funziona correttamente, a causa di un difetto o di una mutazione, le proteine di ripristino delle cellule non sono prodotte, e il tumore cresce.

Il nuovo studio, condotto da George Thomas, ha identificato i processi molecolari che regolano la stabilità del p53, in modo che possa correttamente tenere sotto controllo le cellule tumorali.

Thomas ha detto che “più del 50 per cento dei tumori presentano mutazioni del p53.

I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Cell Reports.

Lifestyle News

I cittadini europei si rimettono in movimento

I cittadini europei si rimettono in movimento con l’XI edizione di Move Week, settimana per promuovere l’attività fisica e lo sport attraverso centinaia di eventi nei 38 Paesi coinvolti, dal 22 al 29 maggio. La settimana europea è promossa da Isca-International Sport and Culture Association, di cui Uisp è membro e capofila in Italia, con […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Malattia di Crohn e Colite Ulcerosa, nel 2030 i pazienti raddoppieranno

Il Ministero della Salute si mobilita contro le Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali – MICI e dà seguito a una serie di iniziative già intraprese da tempo. Le MICI, la Malattia di Crohn e la Colite ulcerosa, sono destinate a diventare sempre più diffuse in Italia, con la stima di un raddoppio entro il 2030 rispetto […]

Leggi tutto
Casa Lifestyle News Tecnologia

Come abiteremo nelle nostre case in futuro?

Come abiteremo nelle nostre case in futuro? Come saranno progettate e che ruolo svolgerà la tecnologia digitale? Queste domande sono alla base di Tomorrow Living, un progetto di ricerca sul futuro dell’abitare trasformato dalla tecnologia, condotto dal Huawei Milan Aesthetic Research Center e curato da Robert Thiemann, direttore di Frame magazine. Per trovare risposte abbiamo […]

Leggi tutto