Il Ritalin non rende i bambini tossicodipendenti da adulti

ritalinI bambini affetti da deficit di attenzione e iperattivi trattati con il Ritalin o l’Adderall non hanno alcun aumento del rischio di essere tossicodipendenti da adolescenti e da adulti, secondo uno studio pubblicato negli Stati Uniti. 

Precedenti studi, fatti nell’Università della California a Los Angeles, avevano trovato che i bambini con questo disturbo avevano una maggiore propensione a usare droghe, alcool o a fumare durante la crescita. 

Analizzando i risultati di 15 studi a lungo termine, una ricerca, che ha coinvolto più di 2.500 bambini affetti da deficit di attenzione, seguiti fino all’adolescenza e all’età adulta, ha trovato che coloro i quali avevano assunto farmaci per il deficit di attenzione non avevano mostrato maggiore probabilità o meno probabilità di diventare alcolisti o tossicodipendenti.

I bambini studiati, provenienti da diverse parti degli Stati Uniti, ma anche da Canada e Germania, avevano una media di otto anni, quando la ricerca era iniziata e 20 anni nel più recente studio.

Il disturbo da deficit di attenzione colpisce dal 5 al 10% dei bambini nei paesi industrializzati. Questa malattia è tre volte più comune nei maschi che non nelle femmine. 

I bambini affetti da questa patologia si distraggono e si annoiano facilmente o sono incapaci di portare a termine un compito semplice.

Lifestyle News Salute

L’impatto della pandemia da COVID-19 sulle relazioni di coppia

Una ricerca condotta dal Dipartimento di Psicologia dell’Università di Torino e pubblicata sulla rivista scientifica internazionale Journal of Affective Disorders ha indagato l’impatto della pandemia da COVID-19 sulle relazioni di coppia e benessere psicologico degli italiani. Uno studio condotto dalle ricercatrici A. Romeo, A. Benfante e M. Di Tella del gruppo “ReMind the Body” del […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Osteoporosi e sarcopenia: pazienti a rischio

La parziale ripresa di controlli e visite dopo la fase più acuta della pandemia ha evidenziato la necessità di un nuovo approccio verso le patologie che colpiscono ossa e muscoli, rispettivamente osteoporosi e sarcopenia. Si inizia a parlare di “osteosarcopenia”, una sindrome di recente definizione che vede la concomitante manifestazione delle due patologie, accentuata in […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Nuove linee guida per la steatosi epatica non alcolica

La prevalenza della NAFLD (Non Alcoholic Fatty Liver Disease, Steatosi epatica non alcolica) è in aumento in tutto il mondo. Obesità, invecchiamento della popolazione, diffusione del diabete, consumo di cibi processati ricchi di acidi grassi saturi, fruttosio e di zuccheri industriali sono le cause principali. Questa situazione ha indotto le tre società scientifiche competenti sul […]

Leggi tutto