E’ stato rigenetato un rene e…funziona!

Alcuni scienziati dell’Austria e degli Stati Uniti hanno annunciato di aver ricostruito in laboratorio un rene di topo, reimpiantandolo dopo la rigenerazione.

reniSebbene il rene ottenuto sia molto meno efficiente di un rene normale, il raggiungimento di alcuni obiettivi da parte degli scienziati dell’Università di Innsbruck e del Massachusetts General Hospital, dà la speranza che, in un futuro non lontano, si possano creare reni sufficientemente funzionanti da trapiantare negli esseri umani.

Lo studio fatto dai ricercatori consentirebbe di avere un nuovo rene proveniente dal paziente stesso, rigenerato con le sue cellule, che non pone rischio di rigetto.

La cosa è interessante dato che c’è una grande richiesta di reni nelle domande di trapianto e ci sono lunghe liste di attesa per ottenere un organo di questo tipo.

Come scrivono i ricercatori sulla rivista “Nature Medicine”, è stato riprogrammato nello studio il rene di un ratto. All’organo è stata fatta una speciale “pulizia” per rimuovere tutte le vecchie cellule, lasciando solo uno “scheletro” di rene con una rete vascolare, corticale e midollare.

Quindi, i ricercatori hanno inserito in ogni sezione dello “scheletro” delle cellule staminali dello stesso ratto, con la speranza che si moltiplicassero e ricreassero l’organo.

Lo “scheletro” è stato mantenuto in una camera speciale con protezione termica (che riproduceva le condizioni interne del corpo del ratto) per 12 giorni.

Il rene ottenuto, è stato testato in laboratorio e ha funzionato, producendo il 23% della normale quantità di urina.

Trapiantato nel ratto, tuttavia, la sua funzionalità è scesa al 5%.

Tuttavia, anche questa piccola efficienza può essere estremamente importante, secondo i ricercatori.
“Una funzionalità compresa tra il 10 e il 15 per cento potrebbe consentire a molti pazienti di rendersi indipendenti dall’emodialisi”, ha detto il capo-ricercatore Harald Ott.

Resta, naturalmente, da perfezionare la tecnica, che, tuttavia, ha un alto potenziale.

Casa Lifestyle News Tecnologia

Come abiteremo nelle nostre case in futuro?

Come abiteremo nelle nostre case in futuro? Come saranno progettate e che ruolo svolgerà la tecnologia digitale? Queste domande sono alla base di Tomorrow Living, un progetto di ricerca sul futuro dell’abitare trasformato dalla tecnologia, condotto dal Huawei Milan Aesthetic Research Center e curato da Robert Thiemann, direttore di Frame magazine. Per trovare risposte abbiamo […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Long Covid: la metà dei pazienti ha sintomi due anni dopo l’infezione

Dopo due anni di pandemia abbiamo imparato a convivere con il Covid-19, ma oggi sappiamo di più sugli effetti a lungo termine. Secondo il più lungo studio di follow-up fino effettuato pubblicato sul Lancet Respiratory Medicine, la metà dei pazienti che sono stati ricoverati in ospedale ha ancora almeno un sintomo due anni dopo l’infezione […]

Leggi tutto
Lifestyle News Salute

Allergie primaverili, quanto incidono sugli occhi?

Con l’’arrivo del caldo e della bella stagione arrivano anche le allergie primaverili; questo periodo dell’anno è infatti quello con la maggior produzione di pollini da parte delle piante, che si concentrano nell’aria e possono far nascere le temute reazioni allergiche. Anche se in generale si parla di allergie primaverili questo termine di solito si […]

Leggi tutto