Gli ottimisti sono ritardatari

Coloro che sono ottimisti hanno in comune alcuni benefici fisici e di salute mentale, ma condividono anche quello che per alcuni è un difetto: sono ritardatari.

A dirlo, uno studio scientifico sulla lentezza, di Diana DeLonzor, autrice di ‘Never Be Late Again’, secondo cui gli ottimisti tendono ad arrivare in ritardo.

Le persone che normalmente arrivano in ritardo per i loro impegni sono, di norma, più ottimiste, perché pensano di poter fare più cose nello stesso tempo, dice la studiosa.

Ci sono paesi, comunque, in cui il ritardo viene visto come una mancanza di rispetto e di etica del lavoro.

Ridere ogni giorno per circa 20 minuti faciliterebbe l'apprendimento, riducendo lo stress che nuoce alla
"Il novanta per cento dei bambini sorride nei primi due mesi", secondo Caspar Addyman, del